Compro oro: guida alla scelta

Quel gioiello della nonna che non va più di moda, ma anche il regalo di un vecchio amore di cui si ha intenzione di cancellare i ricordi: queste due situazioni sono molto frequenti tra chi si rivolge a un compro oro. Le realtà in questione sono sempre più numerose nelle nostre città.

Un notevole contributo alla loro diffusione è arrivato senza dubbio grazie alla crisi del 2008. Nonostante quest’ultima abbia pian piano iniziato a rallentare la sua morsa, il business di chi si occupa di acquisto di gioielli e preziosi in generale non è certo tramontato.

Dopotutto l’oro è il bene rifugio per eccellenza e, come poco fa ricordato, sono davvero poche le persone che non hanno “ricordi di famiglia” che non vogliono più utilizzare da vendere. Per questo motivo, è molto importante conoscere i criteri di scelta migliori per selezionare i compro oro nel mare magnum di queste attività.

Non fermarti alla quotazione

Di pubblicità, online e non solo, che parlano di compro oro a Roma con miglior prezzo (il discorso vale ovviamente anche per le altre città). Si tratta senza dubbio di un criterio rilevante, ma non del principale. Parlare di migliore quotazione è abbastanza ordinario. Ribadiamo: si tratta di un aspetto degno di nota, su questo nessuno ha dubbi. Focalizzarsi in maniera specifica sul prezzo sarebbe come parlare di un’automobile e continuare a ripetere che ha il volante.

Quando si ha a che fare con i compro oro, è essenziale considerare anche la reputazione. Oggi come oggi, bastano pochi click, sia con lo smartphone sia con il pc, per accedere a tantissime informazioni sulle varie realtà e soprattutto sulle recensioni di chi ha usufruito dei loro servizi.

In questo caso, è importante prendersi qualche minuto per leggere bene quanto è scritto soprattutto nelle recensioni. Al giorno d’oggi, comprarle è molto facile. Per questo motivo, è opportuno cliccare sugli eventuali profili e diffidare delle recensioni rilasciate da profili con nomi particolarmente ordinari o con la formula “Nome + lettera iniziale puntata del cognome”.

Un altro contesto dove è bene buttare un occhio sono i social. Se il compro oro di proprio interesse ha una pagina Facebook con tanti fan e pochissimi commenti, molto probabilmente alcuni sono stati cancellati. Inoltre, capita di sovente che le poche interazioni su pagine con tanti follower siano un segno di acquisto di pacchetti di fan, pratica non certo utile ai fini della reputazione della realtà.

Empatia

Il web è molto importante per le attività di oggi, ma conta anche l’empatia. Se si entra in un compro oro e ci si trova davanti a una persona che risponde in maniera svogliata – molto spesso si tratta di commessi, ma questo non toglie nulla alla negatività della situazione – è il caso di riflettere e, eventualmente, di cambiare realtà.

Chi entra in un compro oro ha diritto ad attenzione alle proprie esigenze esattamente come chi decide di rivolgersi a un’altra tipologia di attività.

Non fermarsi alla prima scelta

Non sempre la prima scelta è quella giusta. Se si trova un compro oro che risponde alle proprie esigenze, il consiglio è quello di continuare la ricerca, in modo da selezionarne una rosa di tre o quattro, tra i quali scegliere quello definitivo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *