Trovato in Norvegia pezzo degli scacchi di 800 anni fa: la scoperta

Gli archeologi hanno trovato un pezzo degli scacchi “cavaliere” riccamente decorato in un sito medievale a Tønsberg , la città più antica della Norvegia.

L’antico pezzo degli scacchi è stato trovato in un edificio del XIII secolo presso la porta di Anders Madsens a Tønsberg. Il manufatto è cilindrico, alto circa 3 cm, di 2,6 cm di diametro, e presenta sulla sommità un muso sporgente con due cerchi tratteggiati. È fatto di corna; il piombo era probabilmente inserito al centro del pezzo, facendolo stare saldamente sulla scacchiera. Il pezzo è riccamente decorato con cerchi sul fondo, diversi cerchi punteggiati sui lati e in alto.

Il design del pezzo ha una forma astratta ed è progettato secondo la tradizione islamica, dove non devono essere raffigurate figure umane. Nessun reperto archeologico precedente di Tønsberg ha dettagli del genere, il che sottolinea che questo pezzo degli scacchi è un oggetto unico.

Il gioco degli scacchi fu ripreso nel mondo arabo dopo la conquista della Persia nel VII secolo d.C., e fu introdotto in Spagna nel X secolo d.C. dai Mori. Dalla Spagna, il gioco si è diffuso rapidamente verso nord e potrebbe essere stato conosciuto in Scandinavia poco dopo.

Il ritrovamento più antico della regione nordica è di Lund, in Svezia, e risale all’ultima metà del XII secolo. Quel pezzo è simile alla scoperta di Tønsberg. Secondo la squadra, il pezzo degli scacchi di Tønsberg è un cavallo (oggi noto come cavaliere ).

In Norvegia sono stati trovati alcuni pezzi degli scacchi del Medioevo, ma pochi cavalieri simili. Ad esempio, a Bergen sono stati trovati più di 1.000 pezzi da gioco. Di questi, ci sono alcuni pezzi degli scacchi ma solo 6 cavalieri astratti. La loro forma è simile al pezzo di Tønsberg, ma le dimensioni dei pezzi variano. L’arredamento dei pezzi non è lo stesso di quello di Tønsberg, ma i pezzi di Bergen hanno entrambi cerchi punteggiati e cerchi normali.