La poca attività fisica può comportare la recidiva di tumore, lo studio

La mancanza di attività fisica è comune tra i sopravvissuti al cancro e aumenta il rischio di morte per recidiva della malattia o per altre cause.

Per questo studio, i ricercatori hanno valutato l’attività fisica e il tempo medio settimanale trascorso seduti tra 1.535 sopravvissuti al cancro negli Stati Uniti per un massimo di nove anni. Ai partecipanti è stato chiesto di segnalare il loro tempo libero settimanale, o non correlato al lavoro, l’attività fisica e il tempo medio trascorso seduti o sedentari, hanno detto i ricercatori.

I ricercatori hanno quindi determinato se questi numeri hanno avuto un effetto sulla salute dei partecipanti e sul loro rischio di recidiva del cancro o di morte, hanno detto. Secondo i ricercatori, durante il periodo di studio di nove anni, 293 dei partecipanti allo studio sono morti, 114 dei quali di cancro.

Poco meno del 57% dei partecipanti allo studio ha riferito di non aver svolto attività fisica nel tempo libero, mentre solo il 28% ha indicato di aver raggiunto o superato la soglia di 150 minuti a settimana del CDC, i dati hanno mostrato.

Di coloro che hanno riportato zero attività fisica nel tempo libero, il 24% è morto durante il periodo di studio, rispetto all’8% di coloro che si sono allenati per più di 150 minuti a settimana, hanno detto i ricercatori.

Allo stesso modo, il 22% di coloro che hanno indicato di stare seduti per otto ore o più ogni giorno è morto, rispetto al 15% di coloro che sono rimasti seduti per quattro ore o meno, secondo i ricercatori.

Di coloro che hanno riportato zero attività fisica nel tempo libero, il 9% è morto di cancro durante il periodo di studio, rispetto al 3% di coloro che si sono allenati per più di 150 minuti a settimana, hanno detto i ricercatori.

Questi dati significano che dobbiamo essere creativi per sviluppare interventi che aiutino i sopravvissuti al cancro a sedersi di meno e a muoversi di più.