Soia e miti da sfatare: fa davvero bene alla salute?

La soia è stata consumata dagli esseri umani per migliaia di anni, con prove di utilizzo in ogni sua forma, risalenti alla Cina preistorica. Ma fa davvero bene alla salute?

Perché piace la soia?

Poiché sono ricchi di proteine, i prodotti a base di soia sono diventati un alimento base nella dieta di vegani, vegetariani e comunità che in genere mancano di diverse fonti proteiche. Sono anche ricchi di nutrienti tra cui fibre, ferro, magnesio, potassio, proteine ​​e zinco e, secondo alcuni scienziati, possono aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache.

In Occidente, il consumo su larga scala di soia arriva nel XX secolo e la maggior parte dei consumatori ha avuto scarsa esposizione al cibo. Ora, l’emergere di una varietà di nuovi prodotti alimentari, ha portato a un maggiore controllo sui possibili effetti della soia sull’uomo.

Gli esperti invitano a non esagerare

L’invito dei nutrizionisti tuttavia è quello di fare attenzione alle dosi, in quanto la spia è ricca di estrogeni. “Gli effetti sulla salute della soia e dei suoi singoli componenti sono tra i problemi più controversi nella nutrizione clinica“, affermano gli esperti in scienze della nutrizione.

Le preoccupazioni si basano principalmente sulla presenza di isoflavoni – un tipo di estrogeno vegetale – nei prodotti a base di soia, in particolare l’effetto che gli estrogeni vegetali possono avere sulle persone con tumori sensibili agli ormoni.