Raggi X importanti per la diagnosi precoce da Covid? Lo studio

I raggi X potrebbero essere uno strumento diagnostico all’avanguardia per i pazienti COVID-19 con l’aiuto dell’intelligenza artificiale. Questo almeno, secondo un team di ricercatori brasiliani che hanno insegnato ad un programma per computer, a rilevare COVID-19 nelle radiografie del torace con una precisione dal 95,6 al 98,5%.

Lo studio

I ricercatori si sono precedentemente concentrati sulla rilevazione e classificazione di patologie polmonari, come fibrosi, enfisema e noduli polmonari, attraverso l’imaging medico. I sintomi comuni presentati da sospette infezioni da COVID-19 includono distress respiratorio, tosse e, nei casi più aggressivi, polmonite, tutti visibili tramite imaging medico come scansioni TC o raggi X.

Quando è scoppiata la pandemia COVID-19, abbiamo deciso di mettere a disposizione la nostra esperienza per affrontare questo nuovo problema globale.

Molte strutture mediche hanno un numero inadeguato di test e tempi di elaborazione lunghi. Quindi il team di ricerca si è concentrato sul miglioramento di uno strumento che è prontamente disponibile in ogni ospedale e già frequentemente utilizzato per diagnosticare COVID-19: dispositivi a raggi X.

I ricercatori hanno riscontrato una mancanza di radiografie del torace pubblicamente disponibili per addestrare il loro modello di intelligenza artificiale a identificare automaticamente i polmoni dei pazienti COVID-19.

Il futuro di questa scoperta

I ricercatori, hanno utilizzato diversi metodi di apprendimento automatico, due dei quali hanno ottenuto rispettivamente una valutazione di accuratezza del 95,6% e del 98,5%.

Per il futuro, i ricercatori intendono continuare a testare il loro metodo con set di dati più grandi non appena saranno disponibili, con l’obiettivo finale di sviluppare una piattaforma online gratuita per la classificazione delle immagini mediche.