Psoriasi: cos’è e come si cura

Quando si parla di psoriasi, si fa riferimento ad un disturbo autoimmune che va a colpire i tessuti e che si manifesta in maniera cronica e recidivante. Tra i principali sintomi che sono legati alla psoriasi troviamo sicuramente l’insorgere di macchie piuttosto gonfie, dalla colorazione tipicamente rossa e dalla consistenza squamosa proprio sulla pelle.

Tra le principali caratteristiche della psoriasi troviamo il fatto di comportare un incremento dell’azione miotica della pelle, con un’eziologia che, ancora oggi, non è stata definita alla perfezione. Ci sono vari prodotti che possono tornare utili per contrastare questo disturbo, ma chiaramente non tutti hanno la medesima efficacia. Ad esempio, i prodotti per la psoriasi distribuiti da PSOCUREgold sono molto interessanti, sia per quanto riguarda il prezzo e il formato con cui vengono proposti che per la notevole varietà di scelta.

È un disturbo contagioso?

Il riferimento alla psoriasi viene fatto soprattutto in associazione ad altre importanti patologie, come ad esempio l’artrite, piuttosto che la depressione, ma anche delle patologie cardiache e il diabete possono scatenare un simile fenomeno.

Interessante mettere in evidenza come la psoriasi può andare a colpire delle zone ben precise del corpo, evitando di ampliarsi troppo, ma può anche diffondersi su buona parte della pelle dello stesso. Nella maggior parte dei casi, però, queste chiazze attaccano la zona più esterna dei gomiti, così come delle ginocchia, ma anche il cuoio capelluto.

I sintomi che vengono lamentati più di frequente da parte dei soggetti che vengono colpiti sono bruciore e un notevole senso di prurito. Una delle principali caratteristiche della psoriasi è anche il fatto di potersi sviluppare ed evolvere in maniera del tutto imprevedibile. Si possono verificare anche dei periodi in cui il disturbo si riacutizza e altri in cui i sintomi tendono a scomparire.

Quali sono le forme con cui si manifesta la psoriasi

Come detto, questo disturbo può insorgere praticamente in ogni zona del corpo. Tipicamente, però, sono cinque le categorie di psoriasi a cui fare riferimento. La forma che si manifesta più di frequente è sicuramente quella a placche, che si caratterizza per il fatto di provocare la formazione di chiazze dal colore tipicamente rosso e molto gonfie. Le placche tendono a crearsi molto più di frequente sul cuoio capelluto, così come su gomiti e ginocchia, ma viene colpita spesso anche la zona lombare.

Una seconda forma di psoriasi è quella guttata, che si manifesta tipicamente con delle piccole lesioni a diffusione puntiforme. Va ad attaccare in modo particolare adolescenti e bambini ed è strettamente legata ad un’infezione da streptococco. La terza forma di psoriasi che insorge più di frequente è quella pustolosa, che si manifesta con delle pustole dal colore bianco, in cui si sono presenti globuli bianchi. Tutto intorno, ecco che la pelle tende notevolmente ad arrossarsi.

Le altre due forme di questo disturbo che si possono manifestare sono la psoriasi inversa e quella eritrodermica. Nel primo caso prevalgono le lesioni rosse sulla pelle, concentrandosi soprattutto all’interno delle pieghe della cute. Nel secondo caso, invece, si tratta di una forma molto grave e spesso, almeno dal punto di vista potenziale, così pericolosa che può anche portare alla morte.