Organizzare un viaggio alle isole Eolie: alcuni utili consigli

Nella zona marittima che si trova esattamente in mezzo tra Palermo e Messina, ecco che si trova una delle perle della Sicilia, ovvero le isole Eolie. Si tratta di un bellissimo arcipelago che si caratterizza per una natura selvaggia e decisamente aspra anche nel corso della stagione estiva, quando chiaramente i turisti affollano quest’area.

Le isole Eolie hanno una natura vulcanica: non è un caso che ci siano ancora due vulcani che sono considerati attivi. Un patrimonio geologico impressionante, che si può ammirare anche in un modo piuttosto originale, come ad esempio prendendo a noleggio una barca. Ci sono diverse piattaforme che offrono la possibilità di effettuare ilbakeka incontri genova gaydonna cerca uomo moscarossa in modo sicuro e affidabile.

Come arrivare alle isole Eolie

Come si può facilmente intuire, queste isole sono collegate solo ed esclusivamente tramite mare. Il porto più importante che fa da collegamento con la Sicilia è rappresentato da Milazzo. Proprio da quest’ultima località prendono il via un gran numero di collegamenti ogni giorno con diverse compagnie.

Nel caso in cui doveste arrivare in Sicilia via aereo, allora il suggerimento migliore da seguire è quello di atterrare presso l’aeroporto di Catania, contando che poi è sufficiente un’ora e mezza di viaggio in auto per raggiungere il porto di Milazzo. Di conseguenza, un ottimo consiglio è quello di prenotare un transfer privato, oppure utilizzare i collegamenti pubblici. Ad esempio, ci sono dei pullman che permettono lo spostamento da Catania fino a Messina, per poi arrivare fino a Milazzo. Una soluzione, quest’ultima, che ha una durata piuttosto elevata, visto che servono quattro ore per completare il trasferimento.

Nel momento in cui state organizzando un viaggio alle isole Eolie c’è da tener conto un aspetto molto importante. Ovvero, ci sono delle giornate in cui il mare può essere anche decisamente mosso, con un vento estremamente forte. In questo caso, ecco che i collegamenti potrebbero essere sospesi e si dovrà rinviare il trasferimento. Un ottimo consiglio è quello di prenotare il soggiorno di una notte a Catania, in maniera tale da poter gestire eventualmente dei problemi con i voli aerei.

La durata della vacanza

Quanto tempo dovreste passare alle isole Eolie? Nel caso in cui abbiate intenzione di dare un’occhiata approfondita alle isole Eolie, allora serve prevedere una vacanza pari ad almeno una settimana. Interessante il fatto di suddividere tale soggiorno in due oppure tre isole differenti: qualche notte su un’isola e poi lo spostamento di giorno sulle altre isole.

Gli spostamenti tra le isole

Come abbiamo detto, spostarsi tra le isole prevede necessariamente di attraversare il mare. Ci sono diversi mezzi a disposizione tra cui scegliere. Ad esempio, si può usare un aliscafo piuttosto che un traghetto: vengono organizzate delle corse giornaliere, che sono sempre decisamente rapide ed efficaci.

Un altro ottimo suggerimento è di prendere a noleggio una barca e organizzare una spettacolare crociera alle isole Eolie. Si tratta senz’altro del sistema più bello e affascinante per apprezzare la bellezza di questi territori. Provare almeno una volta nella propria vita una simile esperienza è consigliabile, ma non tutti sono adatti alla vita da mare. Altrimenti, si potrebbe optare per delle escursioni giornaliere in barca. Diversi tour operator organizzano delle vere e proprie gite che permettono di visitare le isole, con diverse tappe per sbarcare a terra, alternando anche degli spettacolari e divertenti bagni in mare.

Ci sono alcune isole che meritano di essere visitate in modo più approfondito. Certo, alcune hanno dimensioni elevate e, di conseguenza, serve prendere a noleggio una vettura piuttosto che uno scooter. Una soluzione che, senza ombra di dubbio, è decisamente adatta per visitare Lipari e Salina, così come Panarea e Stromboli.