Materia oscura nell’Universo: gli scienziati ipotizzano sia risalente al Big Ben

La materia oscura, che secondo i ricercatori costituisce circa l’80% della massa dell’universo, è uno dei misteri più sfuggenti della fisica moderna. Cos’è esattamente e come è diventato un mistero, ma un nuovo studio della Johns Hopkins University ora suggerisce che la materia oscura potrebbe essere esistita prima del Big Bang.

Lo studio sulla materia oscura

Lo studio, pubblicato il 7 agosto presenta una nuova idea di come è nata la materia oscura e come identificarla con osservazioni astronomiche.

La ricerca ha rivelato una nuova connessione tra fisica delle particelle e astronomia. Se la materia oscura è costituita da nuove particelle nate prima del Big Bang, esse influenzano il modo in cui le galassie sono distribuite nel cielo in un modo unico. Questa connessione può essere utilizzata per rivelare la loro identità e trarre conclusioni anche sui tempi precedenti al Big Bang “, afferma Tommi Tenkanen, ricercatore post-dottorato in Fisica e Astronomia alla Johns Hopkins University e autore dello studio.

Sebbene non si sappia molto sulle sue origini, gli astronomi hanno dimostrato che la materia oscura svolge un ruolo cruciale nella formazione di galassie e ammassi di galassie. Sebbene non siano direttamente osservabili, gli scienziati sanno che la materia oscura esiste per i suoi effetti gravitazionali su come la materia visibile si muove e si distribuisce nello spazio.

Nuove aspettative

Per molto tempo, i ricercatori hanno creduto che la materia oscura dovesse essere una sostanza rimanente del Big Bang. I ricercatori hanno cercato a lungo questo tipo di materia oscura, ma finora tutte le ricerche sperimentali non hanno avuto successo.

Il nuovo studio suggerisce anche un modo per testare l’origine della materia oscura osservando le firme che la materia oscura lascia sulla distribuzione della materia nell’universo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *