Madre cinese vende i suoi gemelli per comprare uno smartphone

Una madre single in Cina è stata arrestata dopo aver venduto i suoi gemelli neonati per 65.000 yuan (9.100 dollari) per saldare i suoi debiti e comprarsi un nuovo telefono.

Un gesto snaturato

Secondo i media cinesi , la donna, che ha vent’anni, ha fatto ricorso alla vendita dei suoi due gemelli appena nati nel settembre dello scorso anno, perché era “senza un soldo e fortemente indebitata”.

La madre senza cuore ha raccontato che i suoi genitori non avevano preso la sua gravidanza prematrimoniale e si sono rifiutati di aiutarla a crescere i bambini, mentre il padre dei piccoli, ha chiarito che non voleva avere nulla a che fare con i suoi bambini.

I particolari della vicenda

Non è chiaro come la ventenne sia riuscita a trovare acquirenti per i suoi gemelli di un mese, ma i media riferiscono che la polizia ha scoperto tutto mentre indagava su un caso simile.

Dopo aver scavato a fondo, hanno appreso che i bambini erano stati venduti a due diverse coppie nella provincia di Anhui, una a Fuyang e un’altra a Suzhou.

Il padre dei bambini, che secondo come riferito non era nemmeno presente quando sono nati, si è presentato solo dopo aver sentito che erano stati venduti, per chiedere metà del ricavato (per saldare i suoi debiti di gioco). I due sono stati arrestati.