La mente umana preferisce aggiungere e non sottrarre: lo studio

In un nuovo articolo i ricercatori dell’Università della Virginia spiegano perché le persone raramente guardano una situazione, un oggetto o un’idea che deve essere migliorata – in tutti i tipi di contesti – e pensano di rimuovere qualcosa come soluzione. Invece, aggiungiamo quasi sempre qualche elemento, che aiuti o meno.

Lo studio

I risultati del team suggeriscono una ragione fondamentale per cui le persone lottano con programmi travolgenti, che le istituzioni si bloccano in una proliferazione di burocrazia e, di particolare interesse per i ricercatori, che l’umanità sta esaurendo le risorse del pianeta.

Succede nella progettazione ingegneristica, che è il mio interesse principale. Ma accade anche per iscritto, cucina e tutto il resto: pensa al tuo lavoro e lo vedrai. La prima cosa che ci viene in mente è cosa possiamo aggiungere per renderlo migliore. Il nostro articolo mostra che lo facciamo questo a nostro discapito, anche quando l’unica risposta giusta è sottrarre. Anche con incentivi finanziari, non pensiamo ancora di togliere.

Quando si prendono in considerazione due ampie possibilità sul motivo per cui le persone sistematicamente passano all’addizione – o generano idee per entrambe le possibilità e scartano in modo sproporzionato soluzioni sottrattive o trascurano del tutto le idee sottrattive – i ricercatori si sono concentrati su quest’ultima.

Le idee additive vengono in mente rapidamente e facilmente, ma le idee sottrattive richiedono uno sforzo cognitivo maggiore. Poiché le persone spesso si muovono velocemente e lavorano con le prime idee che vengono in mente, finiscono per accettare soluzioni additive senza considerare affatto la sottrazione.

Cosa pensano i ricercatori

I ricercatori pensano che potrebbe esserci un effetto auto-rinforzante. Più spesso le persone si affidano a strategie additive, più diventano accessibili cognitivamente. Nel tempo, l’abitudine di cercare idee additive può diventare sempre più forte e, a lungo termine, finiamo per perdere molte opportunità per migliorare il mondo per sottrazione.

È una scoperta incredibilmente interessante e penso che la nostra ricerca abbia enormi implicazioni in tutti i contesti, ma soprattutto nell’ingegneria per migliorare il modo in cui progettiamo la tecnologia a beneficio dell’umanità.