La business due diligence

L’espressione ‘due diligence’, tradotta dall’inglese significa ‘dovuta diligenza’ ed indica quel complesso di controlli e di attività di verifica che sono svolte prima di operazioni straordinarie delle società o di attivare delle collaborazioni. In particolare per ciò che vale qui la business due diligence consiste in un’attività di verifica e di controllo che analizza i rischi di una collaborazione, partnership o addirittura di una fusione o acquisizione rispetto ad una certa azienda.

Ma di che cosa si tratta, che tipo di indagine è e chi la svolge?

Lo scopo, in particolare, della business due diligence è quella di verificare che l’operazione rientri nei piani di business dell’azienda, che il target sia corretto, che rispetto alle necessità del mercato l’operazione riservi dei vantaggi, ed anche di conoscere eventuali rischi con un certo anticipo.

Scopo di questa tipologia di indagine è quindi quello di limitare eventuali problematiche future, e di cercare di analizzare lo stato dell’azienda rispetto alla quale si vuole effettuare un’operazione straordinaria o collaborazione, valutando il suo modello di business, la quota di mercato, le strategie di commercio, elementi economici e finanziari per valutare infine la convenienza dell’operazione nel suo complesso.

Questa attività viene svolta in genere da professionisti preparati che, su mandato di una società, effettuano queste analisi e queste investigazioni in modo oggettivo ed analitico, producendo infine un report riassuntivo che sintetizza tutte le valutazioni di questa tipologia di due diligence che dà un giudizio orientativo.

Lo scopo della business due diligence, alla fine, è quello di evitare di compiere operazioni azzardate, oppure di permettere di rivalutare il costo dell’operazione, o ancora di adottare dei sistemi di prevenzione del rischio prima di giungere ai patti.

Scopo della business due diligence

Rispetto ad altre forme di due diligence, la business due diligence ha lo scopo preciso di verificare che il business dell’azienda che si controlla sia effettivamente coerente e conforme a quello che si aspetta la controparte; che l’investimento, così come è strutturato, sia soddisfacente; verificare se esistono rischi non prospettati o meno visibili, e poter identificare quali sono le potenzialità dell’azienda controllata per pianificare il futuro.

Effettuare una business due diligence è fondamentale prima di operazioni straordinari (come acquisizioni, fusioni e via dicendo) ma anche prima di iniziare una partnership, una join venture, o una collaborazione con altre società. Grazie ad un’investigazione di questo tipo è più semplice conoscere meglio la realtà della società, i rischi e come li affronta, le sue strategie commerciali, la sua salute economica e di business. In questo modo, è possibile fare affari in modo trasparente ed essendo consapevoli di eventuali punti di forza, debolezza, rischi e strategie future.

Questa verifica aiuta a fare accordi più consapevoli e più vantaggiosi per tutte le parti coinvolte.

Ecco perché la due diligence in questo settore, come le altre forme di due diligence che molto spesso vi si accompagnano, è fondamentale per poter valutare in modo chiaro e netto quali siano i pro ed i contro di un accordo commerciale, che forma e che prezzo questo accorda debba avere.