Il futuro delle auto elettriche è nelle batterie a litio: lo studio

Le batterie al litio che funzionano a una temperatura più elevata potrebbero essere più economiche e più sicure di altre batterie metalliche per auto elettriche.

Lo studio

La maggior parte delle auto elettriche odierne utilizza batterie contenenti nichel e cobalto. Tuttavia, queste batterie a base di nichel possono surriscaldarsi, il che potrebbe rappresentare un rischio per la sicurezza. Inoltre, sono costosi, mentre il cobalto che contengono è difficile da reperire in modo sostenibile ed è tossico.

I ricercatori della Pennsylvania State University hanno dimostrato che le loro prestazioni migliorano se vengono riscaldate per prime.

Il team ha riscaldato le batterie LFP a 60 ° C e ha mantenuto questa temperatura. Le batterie hanno quindi funzionato meglio di due tipi comuni di batterie a base di nichel che funzionano alle loro normali temperature operative più basse. Le batterie LFP funzionavano bene a 60 ° C perché generavano molto meno calore aggiuntivo durante la scarica.

I produttori di veicoli elettrici preferiscono le batterie a base di nichel rispetto a quelle LFP perché le batterie a base di nichel hanno una densità di energia maggiore, il che significa che possono trasportare un veicolo più lontano quando sono cariche.

Maggiore convenienza

Sebbene il riscaldamento delle batterie LFP richieda energia, farle funzionare a una temperatura più elevata porta vantaggi in termini di prestazioni che dovrebbero superare eventuali costi aggiuntivi, suggeriscono i ricercatori. Ciò riduce anche il fabbisogno energetico e dovrebbe aiutare a ridurre i costi di esercizio. Le batterie al litio continueranno a ridurre i costi e migliorare la ricarica rapida e la sicurezza.