Il cambiamento climatico influenza il comportamento umano

Un nuovo studio condotto dalla Cornell University esamina come la temperatura influenzi il comportamento di pesca e le catture tra le famiglie di pescatori dell’entroterra in Cambogia. Il tutto con importanti implicazioni per la comprensione del cambiamento climatico.

Lo studio

La ricerca, che ha utilizzato indagini domestiche, dati sulla temperatura e modelli statistici, ha rivelato che quando le temperature aumentano, le persone pescano meno spesso.

Allo stesso tempo, gli autori dello studio hanno scoperto indirettamente che anche gli stock di pesce e altri alimenti acquatici aumentano con la temperatura, portando a catture leggermente più grandi ogni volta che le persone pescano. Senza un’attenta analisi, sembrerebbe che le catture di pesce complessive appaiano invariate ogni anno, quando in realtà sono in gioco dinamiche più sfumate.

Lo studio evidenzia perché è necessario, quando si studiano le mutevoli condizioni ambientali, includere il comportamento umano insieme alle risposte dell’ecosistema. Entrambe sono variabili chiave quando si considera in che modo il cambiamento climatico influisce sui mezzi di sussistenza rurali, sulla produzione alimentare e sull’accesso al cibo.

Questo studio sottolinea l’importanza di inserire il comportamento umano nella modellazione del cambiamento climatico. Per prevedere con precisione gli impatti dei cambiamenti climatici, dobbiamo conoscere gli effetti sui sistemi ecologici e anche gli effetti sulle persone che li usano.

Cosa hanno scoperto i ricercatori

I ricercatori hanno scoperto che il tempo trascorso a pescare per uscita e la scelta degli attrezzi non erano influenzati dalla temperatura, ma meno persone pescavano con l’aumentare della temperatura.

I ricercatori sospettano che la frequenza di pesca sia diminuita con l’aumento delle temperature a causa di interessi in competizione.