Il 20% delle acque del sottosuolo rischia di esaurirsi, lo studio

Se i livelli delle acque sotterranee continuano a diminuire come negli ultimi decenni, una nuova ricerca suggerisce che circa un quinto dei pozzi di acque sotterranee in tutto il mondo sarà a rischio di prosciugarsi.

Lo studio

I pozzi di acque sotterranee sono la principale fonte di acqua per circa la metà della popolazione del globo, ma nell’ultimo mezzo secolo molte delle principali falde acquifere del pianeta hanno sofferto di cattiva gestione, crescenti pressioni umane e siccità prolungate.

L’ultima analisi, pubblicata giovedì sulla rivista Science , suggerisce che milioni di pozzi potrebbero prosciugarsi se le falde acquifere continuano ad esaurirsi e le falde acquifere regionali continuano a diminuire.

Le acque sotterranee sono una fonte d’acqua affidabile e perenne. I dati raccolti sono essenziali per la gestione delle risorse idriche sotterranee e per informare la costruzione di pozzi. Ma poiché le falde acquifere attraversano i confini politici e possono essere influenzate da variabili disparate, le indagini globali possono fornire importanti spunti.

Cosa sperano i ricercatori

Una prospettiva globale è fondamentale per definire obiettivi di sostenibilità più ampi. La particolarità di questa analisi è che si valutano le tendenze della profondità delle acque sotterranee utilizzando le informazioni locali su scala globale.

I ricercatori hanno affermato di sperare che il loro ultimo sondaggio attiri l’attenzione sull’importanza delle acque sotterranee come risorsa globale, una risorsa che rimane vulnerabile ai cambiamenti climatici e allo sviluppo umano