Follicolite post depilazione: come prevenirla e risolverla

Piccoli foruncoli, puntini rossi, peli incarniti: questi sono solo alcuni tra i segnali di una problematica fastidiosa, ossia la follicolite post depilazione. Se vuoi sapere come prevenirla e come risolverla, nelle prossime righe di questo articolo puoi trovare alcuni preziosi consigli da mettere in pratica subito.

Consigli di prevenzione

La follicolite post depilazione, provocata dallo Staphylococcus, come già detto può essere prevenuta. Una buona idea in merito, utile in generale, prevede il fatto di mantenere la pelle il più idratata possibile. Inoltre, è opportuno impegnarsi costantemente per eliminare le cellule morte. Alleato prezioso al proposito è il guanto di crine, da utilizzare una volta alla settimana sotto la doccia. Una volta al mese ci si può coccolare con uno scrub, che può essere realizzato tranquillamente in casa con ingredienti come il miele e il sale grosso.

Fondamentale, dato che parliamo di follicolite post depilazione, è scegliere bene la metodologia per eliminare questo inestetismo. Se si tende ad avere la pelle particolarmente delicata, soprattutto nei mesi estivi è bene alternare la ceretta, oggettivamente rapida, con l’utilizzo di altri strumenti.

Tra questi è possibile citare gli epilatori a luce pulsata con lampada di ricambio, che coniugano la precisione estrema, la delicatezza e la possibilità di apprezzare, man mano che li si utilizzano, una ricrescita più lenta (in alcuni casi inesistente).

Come ben si sa, quando si parla di depilazione c’è un altro strumento da chiamare in causa, ossia il rasoio. Se si decide di utilizzarlo – parliamoci chiaro e ammettiamo tranquillamente che si tratta di uno strumento comodissimo e con un eccellente rapporto qualità prezzo – bisogna fare attenzione a diversi aspetti se si punta a prevenire i problemi di follicolite. Innanzitutto, è opportuno disinfettare le lamette. Se possibile, è bene utilizzarne uno con lamette sostituibili.

Non c’è che dire: anche quando si ha la pelle sensibile, con i giusti accorgimenti si può prevenire la follicolite. Tra le alternative congeniali al proposito troviamo, per esempio, il fatto di trattare l’epidermide con l’acqua termale dopo la depilazione.

Come risolvere il problema

Cosa fare, invece, quando la follicolite si presenta? Esistono diverse alternative al proposito. Tra queste, rientra il fatto di trattare la pelle con i follicoli infiammati ricorrendo a degli impacchi di acqua calda, che dovrebbero essere effettuati un paio di volte al giorno. Inoltre, quando ci si lava è raccomandato il ricorso a saponi neutri e antibatterici.

Tra gli altri accorgimenti importanti spicca il fatto di non esporre al sole la zona della pelle interessata dall’infiammazione follicolare. Essenziale è porre attenzione anche ai vestiti che si indossano, che non dovrebbero essere eccessivamente attillati.

La natura ci offre tantissimi rimedi da chiamare in causa per risolvere il problema di cui stiamo parlando in queste righe. Uno dei più apprezzati è indubbiamente l’olio di iperico. Ottenuto dalla macerazione dei fiori di una pianta nota anche come Hypericum perforatum, si contraddistingue per un’indiscussa efficacia cicatrizzante.

Non a caso, è spesso consigliato come soluzione naturale in caso di lievi scottature. Da non dimenticare sono poi le sue straordinarie proprietà lenitive e idratanti. Un altro aspetto degno di nota riguarda il fatto che, in virtù della presenza di flavonoidi, può essere considerato un valido alleato ai fini della prevenzione dei processi di ossidazione delle cellule della pelle, che appare così più luminosa e compatta.

Concludiamo facendo presente che, nei casi in cui dopo l’applicazione di questi rimedi non si dovessero notare cambiamenti, non bisogna assolutamente trascurare la situazione. Dopo qualche giorno è infatti opportuno consultare uno specialista e valutare l’utilizzo di creme antibiotiche, che non andrebbero mai applicate di propria iniziativa.