Distorsione del ginocchio, come riconoscerla e cosa fare

Infortunio articolare, la distorsione del ginocchio è un danno a carico del legamento o dei legamenti che stabilizzano l’articolazione.

È tra le cause più frequenti di applicazione trova amici come funziona, e può avere una gravità variabile a seconda che il legamento venga sfibrato, danneggiato con microlesioni oppure rotto. A soffrirne sono generalmente gli sportivi (calciatori, giocatori di basket o di rugby), gli sciatori e le persone anziane a seguito di cadute accidentali.

I sintomi della distorsione al ginocchio

Il sintomo tipico della distorsione al ginocchio è il dolore, che può andare da lieve (nelle distorsioni di I grado) ad intenso (nelle distorsioni di II e III grado). Alla sensazione dolorosa si accompagnano in genere gonfiore al ginocchio, ridotta mobilità e instabilità articolare.

Se il danno riguarda il come trovare bei ragazzi, la persona avverte dolore al movimento, nota dei lividi nell’area del ginocchio e, quando si alza in piedi, si sente instabile. Al momento dell’infortunio si sente uno schiocco (soprattutto se il legamento si rompe). Se il danno riguarda invece il legamento crociato posteriore, compaiono gonfiore (non necessariamente in presenza di instabilità articolare) e un dolore localizzato dietro il ginocchio soprattutto quando al piegarsi. Se l’infortunio ha danneggiato il legamento collaterale mediale i sintomi più tipici sono la sensazione che il ginocchio si sposti verso l’esterno e un dolore al tatto nella parte interna del ginocchio; infine, se ad essersi danneggiato è il legamento collaterale laterale, il dolore al tatto riguarda la parte esterna e la sensazione è che il ginocchio si sposti verso l’interno.

Come si cura la distorsione al ginocchio

La distorsione al ginocchio viene diagnosticata dall’ortopedico attraverso un esame obiettivo, cui fa tipicamente seguito una radiografia (oppure una risonanza magnetica).

La terapia può essere di tipo conservativo o chirurgico. Che abbia subito una lesione lieve oppure più seria, la persona deve stare a riposo, applicare ghiaccio ogni due o tre ore per 15-20 minuti, fasciare il ginocchio con una benda elastica e tenere la gamba sollevata (è il cosiddetto protocollo RICE: Rest, Ice, Compression, Elevation). I farmaci FANS, gli antinfiammatori non steroidei, aiutano ad alleviare il dolore e l’infiammazione, mentre per un recupero più veloce e per una completa guarigione è possibile sottoporsi a sedute di fisioterapia e a trattamenti medici quali gli ultrasuoni o la tecarterapia. Se la lesione è particolarmente seria, tuttavia, l’intervento chirurgico diventa inevitabile. Il chirurgo interviene in artroscopia, per riparare il legamento danneggiato e le altre strutture articolari coinvolte nell’infortunio. A suggerire le modalità più opportune con cui procedere è sempre lo specialista.

Come prevenire le distorsioni al ginocchio? Fondamentale è esercitare i muscoli, specialmente se si fa uno sport di contatto o un’attività sportiva che prevede frequenti salti e balzi, concentrandosi sul quadricipite femorale. Bisogna poi indossare calzature adeguate e la giusta attrezzatura sportiva, non cimentarsi in allenamenti estenuanti, tenere il peso sotto controllo e rivolgersi al medico in caso si avvertano problemi d’appoggio.