Come fare il pesto col frullatore

Molte persone che si dilettano in cucina si chiedono come fare il pesto col frullatore. Partiamo dal presupposto che il vero pesto si va con il mortaio. E qui non ci piove. Diciamo pure che a moltissimi genovesi sentire anche solo le parole pesto e frullatore nella stessa frase porta ad un dolore simile ad un infarto. La verità, però, è che con il giusto procedimento si può avere un risultato più che ottimo per far si che i tuoi piatti siano arricchiti da questa meravigliosa ricetta della tradizione italiana. Inutile dire che alla base serve il miglior frullatore in commercio, ma se non si sa come usarlo siamo punto ed a capo. Ed allora come fare un pesto perfetto usando semplicemente un frullatore? Te lo sveliamo noi.

Come fare il pesto col frullatore: regole e consigli

Il pesto alla genovese è uno di quei condimenti che non ti stancheresti mai di mangiare. Il suo gusto e soprattutto il suo profumo lasciano sempre quell’acquolina che ti fa venire una gran volta di mangiarne un altro cucchiaio. Il pesto, poi, non è ottimo solo con la pasta, ma può essere usato anche come accompagnamento di piatti di carne, e perfino piatti di pesce. La cosa ti sta sempre più incuriosendo vero? E se ti dicessimo che noi sappiamo come fare un ottimo pesto senza mortaio? Mettiti comodo perchè ora ti sveleremo la ricetta che da tanto aspettavi.

Come fare il pesto col frullatore: gli ingredienti

Il primo passo da fare è quello di conoscere e procurarsi tutti gli ingredienti necessari per fare il pesto. Gli ingredienti non sono poi così tanti e sono anche facile da trovare, oltre che piuttosto economici. Le dosi che noi ti diamo sono per fare un pesto per condire quattro porzioni di pasta:
  • 80 grammi di basilico
  • 40 grammi di pecorino
  • 40 grammi di parmigiano reggiano
  • 150 ml di olio extra vergine di oliva
  • un spicchio d’aglio
  • sale
Come vedi sono tutti elementi basici che spesso si hanno anche già in casa.

Come fare il pesto col frullatore: il procedimento

Ora che hai tutti i tuoi ingredienti davanti ti basterà prendere il tuo frullatore e seguire passo per passo quello che ora ti diremo:
  • inserisci i diversi ingredienti e frulla tutto insieme;
  • tieniti un po’ di olio da aggiungere a filo durante la frullatura;
  • ogni tot secondi fermati così da evitare il surriscaldamento del frullatore e la successiva ossidazione del basilico.
Una volta frullato tutto prendi un cucchiaio e vedi la consistenza del tuo pesto. Se ti sembra troppo asciutto aggiungi un altro po’ di olio. Aggiungi sempre poco per volta.

Come fare il pesto col frullatore: ultimi dettagli

Se desideri preparare un po’ di pesto in più così da averne sempre un po’ di scorta procurati dei vasetti in vetro. Il vetro, infatti., è il materiale perfetto per giusta conservazione di questo tipo di prepatato. Puoi congelarli e tirarli fuori qualche ora prima al bisogno. Visto i suoi ingredienti, poi, ricorda di non esagerare con il sale dell’acqua per la cottura della pasta ed assaggia sempre prima di aggiungere la classica spolverata di grana. Anzi, il nostro consiglio è proprio quello di evitare aggiunta di grana e di assaporare il pesto in tutta la sua bontà e consistenza. Infine ti consigliamo di provare il pesto in diverse ricette:
  • lasagne
  • come condimento di un’insalata
  • in una pasta fredda con gamberetti ad esempio
Lascia andare la tua fantasia e goditi il tuo pesto alla genovese veloce ma allo stesso tempo buonissimo.