Chi soffre di asma ha meno probabilità di sviluppare il coronavirus

Uno studio recente ha affermato che i pazienti asmatici hanno meno probabilità di contrarre il coronavirus (Covid-19).

Lo studio

Secondo i ricercatori, l’obiettivo dello studio era di osservare la suscettibilità al Covid-19 nei pazienti con asma bronchiale. Gli scienziati hanno utilizzato i dati di una grande organizzazione nazionale di manutenzione sanitaria in Israele.

Descrivendo ulteriormente i risultati dello studio, i ricercatori hanno affermato che 37.469 soggetti sono stati testati per il test Covid-19 RT-PC e i risultati per 2.266 di loro sono stati positivi. Ciò costituiva poco più del 6% del 6,05% dei pazienti risultati positivi.

L’asma è stato trovato in 153 (o 6,75%) soggetti del gruppo Covid-19-positivo. La ricerca ha osservato una minore suscettibilità al Covid-19 nei pazienti con asma preesistente, come spiegano gli autori dello studio.

Necessari ulteriori studi

Gli studiosi hanno sottolineato che sono necessarie ulteriori ricerche sull’argomento.
Un precedente studio condotto in ottobre su un gruppo di pazienti asmatici aveva affermato che questi pazienti che sono stati infettati da Covid-19 non sembrano avere un rischio maggiore di ospedalizzazione o necessitano di assistenza respiratoria meccanica rispetto ai pazienti con Covid-19 senza asma. .

Lo studio di ottobre aveva anche affermato che i pazienti asmatici hanno meno probabilità di morire a causa della malattia. E infatti nessuno paziente con asma grave è morto.