Chi non va bene in matematica ha una percezione cerebrale ridotta: lo studio

Un nuovo studio mostra che all’interno della stessa società, studenti adolescenti che mancano specificamente di educazione matematica hanno mostrato livelli ridotti di un neurotrasmettitore chiamato acido gamma-aminobutirrico (GABA) in un’area chiave del cervello coinvolti nel ragionamento e nell’apprendimento cognitivo.

Lo studio

Le decisioni educative hanno un impatto duraturo sia sull’individuo che sulla società in generale.

L’istruzione e il rendimento in matematica sono stati associati a diversi indici della qualità della vita, tra cui il progresso educativo, lo stato socioeconomico, l’occupazione, la salute mentale e fisica e la stabilità finanziaria.

In diversi paesi, come il Regno Unito e l’India, gli adolescenti di 16 anni nell’ambito delle loro materie avanzate possono scegliere di smettere di studiare matematica. Le conseguenze della mancata scelta della matematica come materia di livello A possono essere significative.

Durante il controllo di potenziali fattori di confusione come lo stato socioeconomico è emerso che la decisione di non studiare matematica come materia di livello A può portare a una diminuzione dell’11% delle entrate finanziarie rispetto a coloro che scelgono di studiare matematica come parte del loro livello A curriculum. Nessun’altra categoria di materie di livello A è associata a tale premio salariale.

Le abilità matematiche sono associate a una serie di vantaggi, tra cui occupazione, stato socioeconomico e salute mentale e fisica. L’adolescenza è un periodo importante della vita che è associato a importanti cambiamenti cerebrali e cognitivi.

Purtroppo, l’opportunità di smettere di studiare matematica a questa età sembra portare a un divario tra gli adolescenti che interrompono la loro formazione in matematica rispetto a quelli che la continuano.

Dove porta lo studio

Lo studio ha coinvolto 133 studenti del Regno Unito di età compresa tra 14-18.

I ricercatori hanno scoperto che i partecipanti che non hanno studiato matematica avevano una quantità inferiore di GABA nel giro frontale medio , una regione chiave del cervello coinvolta in molte importanti funzioni cognitive.

In particolare, gli autori non hanno trovato differenze nella chimica del cervello prima che gli adolescenti smettessero di studiare matematica.