Come scegliere un esperto di traduzioni informatiche

L’informatica è presente in molti aspetti della nostra vita quotidiana. Tutti infatti oggi abbiamo almeno uno smartphone e una connessione ad internet, strumenti di cui ci serviamo per utilizzare la rete in maniera molto dinamica. Le tecnologie innovative hanno fatto passi da giganti e i loro campi di applicazione sono davvero molti. Basti pensare per esempio al livello che si è raggiunto nella traduzione informatica, un settore in cui bisogna stare molto attenti, per non cadere nella facilità di traduzioni di scarsa qualità. Quello della traduzione informatica è un mondo nel quale ci si deve orientare bene, affidandosi soltanto a traduttori specializzati che tengano conto del campo di riferimento.

Le tipologie di traduzioni informatiche

Le traduzioni informatiche possono essere di varie tipologie, ciascuna delle quali ha delle sue caratteristiche peculiari. Per esempio possiamo distinguere una prima tipologia che riguarda le traduzioni di manuali, anche di tipo hardware o software. Queste traduzioni richiedono una spiccata sintesi e allo stesso tempo il traduttore deve avere una profonda comprensione del funzionamento del prodotto, in modo da mantenere la giusta coerenza dei termini.

Poi ci sono le relazioni informatiche tecnologiche, che possono essere viste anche come dei comunicati stampa che vengono rilasciati per presentare alcune tecnologie.

In questo caso si presuppone una grande capacità adattiva, perché gli argomenti possono essere molto differenti. È giusto scrivere in modo convincente e coinvolgente, che possa distinguersi da un punto di vista professionale.

Un altro campo della traduzione informatica è la localizzazione del software. In questo campo è bene prestare attenzione al settore di applicazione. Anche in queste situazioni le traduzioni possono riguardare argomenti molto vari, per esempio gli avvisi, i messaggi di errore, le interfacce utente. Bisogna essere molto specifici nel tenere conto il glossario comunemente accettato in questi tipi di traduzione.

Ultimamente poi si sta facendo sempre più avanti l’espansione nel settore dei videogiochi. Il settore gaming concentra molti sforzi e richiede una tipologia di traduzione che ha bisogno di un linguaggio specifico, creativo e delle approfondite conoscenze nel campo dei videogiochi. Quindi possiamo dire che si tratta di una traduzione che riesce ad unire competenze tecniche e creative.

Come scegliere un buon traduttore informatico

Il compito del traduttore informatico, come abbiamo visto anche dalla descrizione delle varie tipologie di traduzioni, è molto delicato. Si tratta di un settore piuttosto complesso, nel quale si devono mettere in atto tanti tipi di conoscenze.

Ma come fare a scegliere un buon traduttore informatico? Per rispondere a questa domanda, ti diciamo subito che bisogna tenere conto delle sue capacità. Un esperto deve avere la capacità di esaminare attentamente il testo di partenza, per comprendere quali siano esattamente i requisiti necessari da mettere in atto.

Deve essere un esperto che conosce bene la materia di cui si sta parlando, in modo da usare anche la giusta terminologia del settore, e deve unire a questa abilità anche delle competenze di scrittura.

Soltanto in questo modo si può per esempio pensare di ottenere un’ottima traduzione di un sito web, anche per esempio per quelle aziende che operano su internet e vogliono avere l’opportunità di espandersi sempre di più in rete.

È sempre opportuno affidarsi a delle agenzie di traduzione tecnologica, nelle quali lavorano degli esperti che hanno acquisito anche conoscenze e competenze nei settori di gestione e progettazione a livello IT, in modo da unire più capacità e realizzare vari tipi di traduzione e localizzazione di un documento web, di un’applicazione, di comunicati stampa, di manuali aziendali e di testi per il marketing. Un buon traduttore è colui che riesce a soddisfare ogni esigenza del cliente, venendo incontro in maniera precisa a tutte le sue necessità.