Villa romana rinvenuta in un parco londinese

Un team di archeologi ha scoperto i resti di almeno 15 case rotonde risalenti al 400-100 a.C. e i resti di una grande villa romana costruita sopra le case abbandonate tra la fine del III e l’inizio del IV secolo d.C.

La scoperta

Gli studiosi non si aspettavano di trovare così tante case in uno spazio così piccolo: l’area che abbiamo scavato è poco più di un ettaro e l’insediamento stesso è chiaramente molto più grande.

Tra i resti, i ricercatori hanno portato alla luce un “frigorifero” o una dispensa dell’età del ferro, una raccolta di contenitori per alimenti in ceramica mantenuti freschi e al sicuro all’interno di una fossa scavata nel terreno.

Altri ritrovamenti oltre la casa

Hanno trovato anche un frammento di imbrattatura che sembra essere stato dipinto. Il che suggerisce che, anziché essere semplicemente color fango, le pareti delle case rotonde potrebbero essere state decorate.
Il team ha anche rivelato l’impronta di una villa romana, costruita sul sito delle case rotonde abbandonate.

Tra i resti romani, gli scienziati hanno trovato utensili da cucina come colini, cucchiai, coltelli, un mestolo, pentole e stoviglie. Anche una sonda a spatola chirurgica utilizzata per applicare unguenti e oli alle ferite e pettini d’osso ben conservati. C’è anche un essiccatoio per mais, utilizzato per essiccare il mais dopo il raccolto