Tumore al colon: tutta colpa delle grigliate di carne

In fatto di gusti, la grigliata è un piacere per il palato, oltre ad essere una tradizione. Tuttavia la poca attenzione durante la cottura della carne porta alla formazione di sostanze cancerogene. Questo è quanto afferma l’American Institute for Cancer Research, con rischio di tumore al colon.

Le varie ricerche

Secondo alcune ricerche è emerso che una dieta ricca di carne rossa favorisce la formazione di tumori del colon. Per cui, un barbecue a base di carne, sia bianca che rossa, ad alte temperature sarà la causa di ingerimento di sostanze altamente cancerogene.

Il primissimo consiglio è quello di mettere su uno spiedo carne e verdure ad alternanza. In questo modo si evita di esporre troppo alla fiamma la carne, rendendola poco salutare.

I vari consigli

Inoltre si suggerisce di limitare l’esposizione al fumo, e di lavare per bene la griglia dopo l’uso. Pare infatti che i residui che restano attaccati siano alta fonte di sostanze cancerogene.

Inoltre si dovrebbe limitare il tempo di cottura. Questo purché il fuoco venga alimentato da carbone di legni duri, che riesce ad ardere pure a temperature più basse.

Infine meglio consumare carni più magre, o a fette dove sono stati eliminati i filetto di grasso. Durante la cottura giriamo spesso la fetta.