Economia e lavoro: lieve crescita occupazionale a maggio

Novità positiva nel mondo dell’economia italiana. Pare che sia cresciuto (anche se di poco conto) il tasso di occupazione a maggio. La percentuale registrata è stata del 9,9%. Un piccolo calo dellq disoccupazione di circa 0,2 punti percentuali se confrontato con il mese scorso. A dirlo è stato l’Istat. Un valore così basso non si registrava dal mese di febbraio del 2012. Per la prima volta da oltre sette anni la disoccupazione non tocca il 10%.

I dati dell’Istat

E così in questo mese di maggio, dopo “una sostanziale stabilità” avuta ad aprile, la stima degli occupati è di poco più alta rispetto al mese di aprile, per una percentuale registrata dello +0,3%.

L’aumento, secondo l’Istituto, ha coinvolto in particolare gli uomini, +66 mila, soprattutto in fascia d’età di ovvero 50. L’Istituto ha registrato quindi un aumento dei lavoratori pure su base annua (+92 mila unità), in particolare per gli over 50.

Percentuali di miglioramento nell’occupazione

Il tasso di occupazione è aumentato del 59,0%. Era dal 1977 che non si vedeva una percentuale così considerevole. L’Istat quindi ha contato, in toto, un numero di lavoratori pari a 23 milioni e 387 mila unità.

Per quel che concerne il tasso di disoccupazione giovanile (15-24enni) si è stanziato su un valore del 30,5% con un valore meno di 0,7 punti rispetto ad aprile.