Trovati fiumi sotterranei sotto la costa continentale australiana

Un gruppo di scienziati dell’Università dell’Australia occidentale, ha individuato dei fiumi sottomarini lungo le piattaforme continentali australiane. Pare che essi siano diversi da qualsiasi altro al mondo.

Una significativa scoperta

Questa è la scoperta più significativa per l’oceanografia costiera degli ultimi decenni, non solo in Australia ma a livello globale.

I ricercatori hanno dettagliato la loro scoperta di questi fiumi subacquei unici questa settimana in un articolo. Gli scienziati hanno utilizzato una flotta di veicoli autonomi sottomarini, parte del sistema integrato di osservazione marittima australiana, per osservare i fiumi sottomarini mentre si spostavano attraverso le stagioni

A differenza degli afflussi di acqua dolce costiera in altre parti del mondo, dove l’acqua dolce rimane vivace e scorre sopra l’acqua, l’acqua dolce dell’Australia viene rapidamente evaporata a causa delle sue estati calde e secche. Di conseguenza, le acque costiere sono in realtà più dense delle acque oceaniche circostanti.

Le ipotesi degli studiosi

Gli scienziati stimano che i fiumi sottomarini siano alimentati da queste differenze di densità, carico di sedimenti e temperatura delle masse costiere e oceaniche profonde. Mentre le differenze di temperatura e composizione nelle masse d’acqua adiacenti si spostano attraverso le stagioni, i fiumi diminuiscono e scorrono per dimensioni e forza.

L’oceano costiero è il bacino ricevente per la materia sospesa e disciolta che include sostanze nutritive, materia vegetale e animale e sostanze inquinanti. Secondo gli autori dello studio, i loro risultati suggeriscono che i fiumi sottomarini svolgono un ruolo sottovalutato nel trasporto di sedimenti, inquinamento e nutrienti marini lungo le coste dei continenti di tutto il mondo