Trivato nuovo esopianeta dopo anni di osservazione: la scoperta

Dopo aver cercato per più di un decennio, gli astronomi hanno finalmente trovato un esopianeta nel giovane sistema stellare AU Microscopii.

Soddisfazione tra gli astronomi

Con l’aiuto dei telescopi spaziali TESS e Spitzer della NASA, gli scienziati hanno identificato un mondo delle dimensioni di Nettuno che circondava la giovane stella, posizionato a soli 32 anni luce dal nostro sistema solare.

Oltre ad essere così vicino, si stima che AU Mic abbia solo 20-30 milioni di anni, rendendolo 180 volte più giovane del nostro sole, offrendo agli scienziati l’opportunità di studiare l’evoluzione precoce di un sistema planetario. Si tratta di una piccola stella, con solo il 50% circa della massa solare.

È una tipologia di corpo celeste che generalmente ha campi magnetici molto forti, che le rendono molto attive. Il che motiva in parte perché ci sono voluti quasi 15 anni per rilevare l’esopianeta, chiamato AU Mic b. I numerosi punti ed eruzioni sulla superficie di AU Mic hanno ostacolato il suo rilevamento, che era già complicato dalla presenza del disco.

Come è fatto il nuovo esopianeta

Mentre l’esopianeta completa la sua orbita, la sua gravità crea lievi perturbazioni nella velocità radiale della stella. Ma sebbene i telescopi terrestri fossero in grado di captare questa danza periodica di luce infrarossa, le osservazioni non erano abbastanza precise per confermare la presenza di un esopianeta.

Tuttavia, i ricercatori sono stati in grado di osservare l’esopianeta di dimensioni di Nettuno usando una tecnica diversa. Quando gli esopianeti passano davanti alle loro stelle ospiti, provocano un leggero oscuramento. Usando TESS e Spitzer, gli astronomi hanno misurato un totale di quattro transiti di AU Mic b – due con ciascun osservatorio spaziale.

In futuro, gli scienziati sperano di usare SPIRou per studiare l’effetto dell’attività stellare di AU Mic sull’atmosfera di AU Mic b. Gli scienziati hanno anche in programma di confrontare le peculiarità del sistema AU Mic con i sistemi stellari vicini, come Beta Pictoris, una delle numerose stelle che si sono formate contemporaneamente e nello stesso posto