Soccorso stradale: come funziona l’assistenza e cosa include

In caso di incidenti stradali, l’ansia e la preoccupazione sono indubbiamente i due aspetti che prevalgono su ogni aspetto ulteriore. Detto questo, è necessario prevenire possibili problemi in tali situazioni ed è sempre meglio stipulare un apposito contratto di assicurare che comprenda anche il servizio di assistenza stradale. In caso contrario, si può andare alla ricerca di informazioni online, dando un’occhiata a il Portale del Soccorso Stradale.

Il funzionamento dell’assistenza stradale

Si tratta di una vera e propria polizza che comporta la salvaguardia della persona che è alla guida 24h per 365 giorni. L’assistenza viene garantita nell’intero territorio italiano e, in determinate occasioni, anche all’interno di svariati Stati dell’Unione Europea.

Come si può notare, l’assistenza stradale si caratterizza per poter essere personalizzata con le garanzie più adatte alle proprie esigenze: ovviamente, più saranno le garanzie richieste e più ci sarà da sopportare delle spese aggiuntive, ma che sono in grado comunque di garantire un livello più alto sia di assistenza che a livello di protezione.

Cosa è incluso nel servizio di assistenza stradale

In base alla compagnia assicurativa con cui si ha intenzione di stipulare un contratto di assicurare stradale, questo servizio può includere un gran numero di voci e di garanzie. Esattamente come avviene per tutte le altre assicurazioni, maggiore sarà la presenza di voci e, quindi, di garanzie, e più alto sarà il costo da dover affrontare.

Proviamo a dare uno sguardo proprio alle più importanti e diffuse garanzie per quanto concerne il servizio di assistenza stradale. Tra i vari servizi di cui stiamo parlando c’è sicuramente quello del soccorso sulle tratte di autostrade entro i confini italiani, piuttosto che il servizio che è stato ribattezzato di officina mobile.

Questi servizi offrono la possibilità, a cui guida la propria vettura, di richiedere l’intero del centro convenzionato, facendo leva sul proprio contratto di assicurazione e cercare di affrontare questa problematica in due modi differenti in relazione al danno che è andato a colpire la vettura. Di conseguenza, la vettura potrà essere trasportata, usando il carroattrezzi fino ad arrivare presso l’officina che si trova più nelle vicinanze, che poi si occuperà della riparazione del danno, nel caso in cui ovviamente tale intervento sia effettivamente possibile. Altrimenti, la riparazione della vettura avviene direttamente in strada, ma è chiaramente una di quelle soluzioni che si possono adottare solo ed esclusivamente nel caso in cui si tratti di guasti minimi, e che in breve tempo ci sia la possibilità di riportare il veicolo a un normale funzionamento.

Il recupero della vettura

È chiaro che si tratta di una situazione in cui non ci si vorrebbe trovare mai e poi mai. Però, è altrettanto vero come sia facile fare un incidente: è sufficiente una piccola disattenzione ed ecco che si può uscire di strada oppure le condizioni atmosferiche rendono molto difficile mantenere una guida impeccabile ed ecco che l’errore è sempre dietro l’angolo.

Ebbene, per poter risolvere in maniera adeguata questi problemi, la cosa migliore da fare è quella di provvedere al recupero della vettura che ha subito dei danni e che non si riesce più a spostare mediante il servizio di assistenza stradale.

Qualora l’incidente avesse inferto dei danni particolarmente pesanti alla vettura, e il recupero di questa sia praticamente impossibile, ecco che sarà compito e onere spettante alla medesima assicurazione di svolgere gli interventi che sono legati alla demolizione, così come all’eliminazione della vettura all’interno dell’elenco del PRA.

Spesso e volentieri, l’assistenza stradale include anche un ottimo e pratico servizio di cortesia, che quindi offre la possibilità di disporre di una vettura alternativa nel periodo in cui la propria auto di proprietà si trova in riparazione presso l’officina.