Scoperto un nuovo sistema di esopianeti

Gli astronomi hanno scoperto un sistema con tre esopianeti in transito – tra cui una super Terra di brevissimo periodo – intorno a TOI-561, uno dei stelle più antiche della nostra Via Lattea.

La scoperta

TOI-561 è una stella luminosa situata a 280,5 anni luce di distanza nella costellazione del Sestante. La stella ha circa 10 miliardi di anni e ha una massa e una dimensione pari all’80% circa di quelle del Sole.

Altrimenti noto come TYC 243-1528-1, appartiene a una rara popolazione di stelle chiamate stelle del disco spesso galattico. Le stelle in questa regione sono chimicamente distinte, con meno elementi pesanti come il ferro o il magnesio associati alla costruzione del pianeta.

Il pianeta interno, TOI-561b, è una cosiddetta super-Terra con un periodo orbitale di soli 0,44 giorni. La sua temperatura superficiale media stimata è di oltre 1.727 gradi Celsius (2.000 gradi Kelvin) – troppo tostato per ospitare la vita come la conosciamo oggi, anche se un tempo poteva essere possibile.

Questo è sorprendente perché ti aspetteresti che la densità sia maggiore. Ciò è coerente con l’idea che il pianeta sia estremamente antico. TOI-561b è uno dei più antichi pianeti rocciosi mai scoperti.

La sua esistenza mostra che l’Universo ha formato pianeti rocciosi quasi dal suo inizio 14 miliardi di anni fa. I due pianeti esterni, TOI-561c ed, hanno masse di 7 e 3 volte quella della Terra, raggi di 2,9 e 2,3 raggi terrestri, rispettivamente.

Ipotesi eclissi

Si prevede che TOI-561b sia un buon bersaglio per le eclissi, mentre i pianeti TOI-561c ed sono obiettivi promettenti per la spettroscopia di trasmissione. Le proprietà atmosferiche comparative per i pianeti in questo sistema povero di metalli fornirebbero un test unico per gli scenari di formazione dei pianeti.