Robert Kennedy jr: “Vi dico io chi ha ucciso davvero mio padre”

Il figlio di Robert F Kennedy ha condiviso un post su Instagram in cui dice chi è il “vero assassino” di suo padre – poco più di 50 anni dopo la morte.

L’assassinio di Bobby Kennedy

Bobby Kennedy fu ucciso nel 1968 dopo che il palestinese Sirhan Sirhan aveva aperto il fuoco in un hotel a Los Angeles. All’epoca Sirhan era stato condannato per aver ucciso il politico, ma ora il figlio dell’ex senatore americano afferma che il vero assassino era una guardia di sicurezza dell’hotel.

Sebbene Robert Kennedy Jr accetti che Sirhan abbia sparato a suo padre, pensa che i colpi fatali siano stati sparati da Thane Eugene Cesar.

Nel post che ha condiviso, ha scritto: “Thane Eugene Cesar è morto oggi nelle Filippine. Prove convincenti suggeriscono che Cesar ha ucciso mio padre. Il 5 giugno 1968, Cesar, un dipendente in una sezione riservata della struttura di Lockheed a Burbank, faceva servizio come guardia di sicurezza presso l’Ambassador Hotel, che aveva ottenuto l’incarico circa una settimana prima. Cesar attese nella dispensa mentre mio padre parlava nella sala da ballo, poi afferrò mio padre per il gomito e lo guidò verso Sirhan. Con 77 persone nella dispensa, ogni testimone oculare disse che Sirhan era sempre di fronte a mio padre a pochi centimetri di distanza, Sirhan ha sparato due colpi verso mio padre e  ha svuotato il suo revolver a 8 camere sparando altri 6 colpi nella direzione opposta, 5 dei quali colpiscono gli astanti“.

Il racconto continua “Per suo conto, Cesar era direttamente dietro a mio padre per tenergli il gomito destro con la sua pistola pronta a sparare dopodiché mio padre si accasciò portando con sé il fermacravatte di César. Per il medico legale il colpo mortale proveniva dalle spalle di mio ladre, per cui da César“.

Un destino di famiglia

Sirhan fu condannato a morte, che fu poi commutato in ergastolo quando lo stato della California abolì la pena capitale nel 1972.

Bobby Kennedy è stato ucciso cinque anni dopo la morte di suo fratello, il 35esimo presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy (noto come JFK), e sei mesi dopo quello del attivista per i diritti civili Martin Luther King.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *