Ritrovate monete in Israele risalenti al 900 d.C.: storici sorpresi

Gli archeologi dell’Israel Antiquities Authority hanno trovato un piccolo barattolo contenente quattro monete d’oro di 1.000 anni a Gerusalemme, Israele. Un ritrovamento mai fatto sino ad ora, e che ha sicuramente risvegliato la curiosità degli storici.

Monete ben conservate

La cosa straordinaria è che le monete si sono ben conservazione. Anzi gli archeologi hanno potuto identificarle senza nemmeno pulirle. Non sono molto vecchie, anzi pare risalgano alla fine degli anni Quaranta agli anni Settanta del 900 d.C..

Il ritrovamento è importante in quanto risalente ad un periodo politico molto radicale, quando il controllo d’Israele è passato dal califfato sunnita abbaside, la cui capitale era Baghdad, in Iraq, ai suoi rivali sciiti – la dinastia fatimide del Nord Africa, che conquistò l’Egitto, La Siria e la Terra d’Israele in quegli anni.

Qualche info in più sulle monete

Delle monete sappiamo che due sono state coniate a Ramla durante il governo del califfo al-Muti (946-974 d.C.) e del suo governatore regionale, Abu Ali al-Qasim ibn al-Ihshid Unujur (946-961 d.C.). Le altre due monete furono coniate al Cairo dai governanti fatimidi al-Muizz (953-975 d.C.) e dal suo successore, al-Aziz (975-996 d.C.).

Questa è la prima volta in 50 anni che un deposito d’oro del periodo fatimide viene scoperto nella Città Vecchia di Gerusalemme.