Ricerche scientifiche più attive possono preservare la salute delle donne, lo studio

Sesso e genere sono fattori chiave nell’assistenza sanitaria e l’industria deve adottare misure per soddisfare le esigenze specifiche delle donne per migliorare la loro salute, hanno affermato gli esperti in una tavola rotonda virtuale al Raise Health Forum di Northwell Health .

Un aspetto importante è garantire che le donne siano rappresentate negli studi clinici, poiché il sesso può avere un effetto su variabili come il dosaggio dei farmaci o gli effetti collaterali.

Ciò si estende anche alla ricerca preclinica o di laboratorio su cellule e animali. Si sa che la ricerca unica e unisex non affronta i bisogni di salute di donne e uomini. E, in effetti, è meno rigoroso per definizione, perché è decisamente distorto fin dall’inizio. Quindi ora che sappiamo che ogni singola cellula del tuo corpo ha un sesso : XX o XY. Sappiamo che è importante da considerare nello spazio preclinico mentre traduciamo nello spazio clinico.

È anche importante riconoscere le differenze biologiche che possono mettere le donne a maggior rischio di alcune malattie.

Una delle cose che dobbiamo fare è diventare consapevoli delle differenze delle donne e di come sono rappresentate nei processi.

Il genere è un costrutto sociale multidimensionale. Parla di comportamenti, dinamiche, aspettative – gli abiti che scegliamo di indossare. Il fatto che nei paesi occidentali il caregiving sia svolto prevalentemente da donne è un comportamento di genere. E questo influisce anche sulla salute. Chiaramente, le responsabilità del caregiver possono influenzare il caregiver.

Dal punto di vista scientifico, occorre una ricerca più rigorosa e riproducibile. Dal punto di vista dell’assistenza personalizzata, crea un’assistenza più personalizzata per ogni singolo paziente. E dal punto di vista del sistema sanitario è più efficiente e offre un valore migliore.