Nuovo farmaco dimagrante pronto ad essere messo in commercio

I risultati di un recente, importante studio internazionale mostrano che un farmaco chiamato semaglutide potrebbe cambiare le regole del gioco nel trattamento dell’obesità. Esso può aiutare a ridurre il carico globale del grasso in eccesso.

Lo studio

Lo studio controllato ha arruolato un totale di 1.961 adulti in sovrappeso o obesi e si è svolto in 129 siti in 16 paesi in Asia, Europa, Nord America e Sud America.

A partire dall’autunno 2018, i partecipanti hanno ricevuto iniezioni sottocutanee settimanali di semaglutide alla dose di 2,4 mg. Quasi tutti i partecipanti (94,3%) hanno completato lo studio, che è durato 68 settimane. Gli unici effetti collaterali erano nausea e diarrea da lieve a moderata, che si sono risolti nel tempo.

Oltre al farmaco, ai partecipanti è stata fornita anche consulenza individuale al telefono o di persona da dietisti registrati per quanto riguarda la dieta a ridotto contenuto calorico, l’attività fisica, le strategie comportamentali e la motivazione.

In media, coloro che hanno ricevuto il farmaco – assegnato in modo casuale in un rapporto 2: 1 rispetto al gruppo placebo – hanno perso 15,3 kg di peso corporeo (una riduzione di 5,54 punti dell’IMC). Mentre quelli che hanno ricevuto la sostanza inattiva hanno perso solo 2,6 kg (una riduzione di 0,92 punti in BMI).

Tre quarti (75%) delle persone che hanno ricevuto semaglutide […] hanno perso più del 10% del loro peso corporeo e più di un terzo ha perso più del 20%.

Cosa fa il farmaco

Come spesso accade, la perdita di peso è stata accompagnata da una riduzione dei fattori di rischio per le malattie cardiache e il diabete.

Semaglutide è clinicamente approvato per l’uso in pazienti con diabete di tipo 2, anche se a una dose molto più bassa di 1 mg. Gli effetti del farmaco sono principalmente spiegati dal fatto che contiene una sostanza che imita l’ormone umano chiamato peptide-1 simile al glucagone (GLP-1).