Nonno Felicino: licenza media a 98 anni

Questa è la storia di nonno Felicino, sopravvissuto ai combattimenti nella Seconda Guerra mondiale. Il suo sogno era quello di prendere la licenza media, e così è stato. 98 anni, Salvatoee Piredda (questo il suo nome) ha lavorato in miniera e in fabbrica, ma da ragazzo non ha potuto studiare.

L’esame scritto e orale

Feliciano ha sostenuto le tre prove scritte, e quella orale. Non si sentiva affatto emozionato. Il suo unico rammarico è che la vista offuscata non gli consentirà di studiare al liceo. Sperava infatti di potersi diplomare come perito meccanico, anche porterà sempre nel cuore il ricordo di quest’anno.

Lo scorso anno aveva voluto un colloquio con la preside dell’istituto di Arbus per chiederle di studiare. “Ha frequentato tre volte alla settimana e non ha mai smesso di ringraziarci. Diceva ‘voi professori e voi compagni siete l’ossigeno per i miei polmoni, quest’anno scolastico mi ha fatto ringiovanire'” ha raccontato la preside

L’amore per lo studio

Aveva promesso alla moglie, morta lo scorso anno, di prendere la licenza media e così è stato. E ieri, alla prova orale, hanno partecipato tutti i compagni di classe.

Ha parlato degli armamenti italiani nella Seconda guerra mondiale, più che una tesina è stata una vera e propria lezione di storia. Promosso a pieni voti e con un forte applauso