Nel 2100 un asteroide colpirà la Terra, lo studio

L’agenzia spaziale Nasa all’inizio di questa settimana ha dichiarato che un asteroide di nome Bennu, grande quanto l’Empire State Building di New York, potrebbe colpire la Terra. Non porterà a un evento di estinzione, ma la devastazione potrebbe essere enorme. Lindley Johnson, che lavora come ufficiale di difesa planetaria alla Nasa, ha affermato che la dimensione del cratere sarà da 10 a 20 volte quella dell’oggetto. Si attendono comunque ulteriori studi, ma la situazione è pressappoco quella appena prospettata.

Tuttavia, per noi che leggiamo e scriviamo queste informazioni, possiamo star tranquilli. Né noi né i nostri nipoti avremo motivo di preoccuparci poiché è improbabile che questo evento accada fino al 2100. La probabilità che l’asteroide Bennu colpisca la Terra tra oggi e il 2300 è di una su 1.750, secondo un rapporto del New York Times.

Lo scienziato Davide Farnocchiaa, autore dello studio insieme ad altri 17 scienziati, sulla valutazione del rischio per l’asteroide vicino alla Terra (101955) Bennu, ha dichiarato al New York Times che la probabilità dell’impatto è ancora bassa. “Non sono più preoccupato per Bennu di quanto lo fossi prima. La probabilità di impatto rimane davvero piccola”, ha detto Farnocchiaa all’agenzia di stampa. Lo studio intitolato Ephemeris and hazard assessment for Near-Earth asteroid (101955) Bennu, basato sui dati OSIRIS-REx, ha tracciato la traiettoria dell’asteroide.