Mummia ritrovata in Perù in posizione fetale, la scoperta

Gli archeologi hanno portato alla luce una mummia risalente a circa 1.000 anni nel sito di Cajamarquilla in Perù. I ricercatori hanno scoperto la mummia sdraiata in posizione fetale e legata con una corda.

Al momento della sepoltura della mummia, Cajamarquilla era una fiorente città situata sulla riva destra del fiume Rímac a circa 16 miglia (25 chilometri) nell’entroterra, ed era un luogo in cui le persone delle zone costiere e montuose del Perù si dedicavano al commercio, ricercatori detto in una nota . Più di 10.000 persone potrebbero aver vissuto in città in quel momento, hanno detto i ricercatori.

La mummia ben conservata è stata trovata in una tomba sotterranea che aveva una scala di sette gradini che conduceva ad essa, hanno detto i ricercatori nella dichiarazione. La mummia, un maschio che aveva tra i 18 e i 22 anni quando è morto, è stata trovata coperta da un tessuto, il corpo avvolto in una corda – una pratica comune all’epoca per coloro che vivevano nelle zone montuose vicino a Cajamarquilla, hanno detto i ricercatori .

I membri della famiglia avrebbero visitato la sua tomba a volte dopo la sua sepoltura per offrire offerte. Dopo che il corpo è stato posto nella tomba, ci sono eventi e attività costanti. Vale a dire, i loro discendenti continuano a tornare per molti anni e a mettere lì cibo e offerte, compresi i molluschi. Le ossa di lama sono state trovate fuori dalla tomba e potrebbero essere state cucinate dai visitatori che hanno portato quelle ossa come offerte.

La mummia è ora esposta al museo dell’Università Nazionale di San Marcos. L’analisi della mummia è in corso. Van Dalen Luna non ha risposto alle richieste di commento al momento della pubblicazione.