La sigaretta elettronica aiuta davvero a smettere di fumare: lo studio

Un nuovo studio evidenzia i vantaggio ” dell’uso quotidiano delle sigarette elettroniche. Sono utili per smettere di fumare. E supporta la loro efficacia rispetto ad altri metodi per smettere, inclusa la terapia sostitutiva della nicotina. o farmaci.

Lo studio

Sebbene il numero di persone che fumano abbia continuato a diminuire negli ultimi anni, il fumo di tabacco è ancora la principale causa prevenibile di morte prematura e malattie. Infatti, uccide quasi 75.000 persone in Inghilterra nel 2019.

Sebbene le sigarette elettroniche siano in circolazione da più di un decennio, le prove sulla loro efficacia nell’aiutare le persone a smettere di fumare sono ancora limitate. Studi recenti hanno prodotto risultati incoerenti o non sono riusciti a misurare fattori importanti come la frequenza di utilizzo o l’effetto di diversi tipi di sigaretta elettronica sui tentativi di smettere.

Lo studio ha rilevato che le persone che utilizzano quotidianamente una sigaretta elettronica ricaricabile per smettere di fumare avevano una probabilità cinque volte maggiore di ottenere l’astinenza dal fumo di tabacco per un mese, rispetto a coloro che non utilizzavano alcun ausilio per smettere di fumare.

Allo stesso modo, le persone che usavano una sigaretta elettronica usa e getta o con cartuccia ogni giorno avevano tre volte più probabilità di smettere per un mese, rispetto a quelle che non utilizzavano alcun aiuto.

L’uso quotidiano di sigarette elettroniche

L’uso quotidiano delle sigarette elettroniche è stato anche più efficace per smettere di fumare rispetto ad altri metodi basati sull’evidenza per smettere, tra cui la terapia sostitutiva della nicotina, farmaci come bupropione o vareniclina o qualsiasi combinazione di questi aiuti.