La scienza avverte: “L’ornitorinco è in via di estinzione”

L’ornitorinco è un mammifero considerato da sempre bizzarro e fuori dal comune. Dotato di un forte sesto senso e di tante caratteristiche fisiche anomale, rappresenta comunque una specie interessante e curiosa. Tuttavia, il loro futuro nel paese è in bilico.

I ricercatori hanno prospettato una tragica fine per le popolazioni di ornitorinco in Australia e hanno avvertito che potrebbero estinguersi nel breve termine.

Sempre meno esemplari

Gli esemplari di ornitorinco sono ormai dimezzati, soprattutto all’indomani della diffusione della costruzione di dighe, del disboscamento e di altre perturbazioni.

Uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Biological Conservation afferma che se non si prendono provvedimenti per aiutare a salvare gli habitat di ornitorinco, è possibile che perderemo ogni singolo esemplare.

I ricercatori hanno esaminato le proiezioni sui cambiamenti climatici per i prossimi 50 anni e calcolano che le popolazioni di ornitorinco potrebbero diminuire fino al 73%. L’animale prospera nei corsi d’acqua e se le previsioni per il clima globale diventano realtà, allora ci sarà molta meno acqua per loro.

L’autore principale dello studio Gilad Bino, ricercatore presso il Center for Ecosystem Science dell’Università del Nuovo Galles del Sud, ha dichiarato: “Questi pericoli espongono ulteriormente l’ornitorinco a estinzioni locali ancora peggiori senza capacità di ripopolare le aree. Non stiamo monitorando ciò che supponiamo sia una specie comune. E poi potremmo svegliarci e renderci conto che è troppo tardi.”

La decisione dell’Unione Internazionale per la conservazione della natura

L’Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN) ha recentemente surclassato lo stato di conservazione dell’ornitorinco a “quasi minacciato”. Il che significa che l’animale “rischia di essere messo in pericolo nel prossimo futuro”.

Purtroppo, prima di questo studio, non c’erano informazioni sufficienti per suggerire che l’ornitorinco fosse minacciato.

Si spera di poter agire nel più breve tempo possibile così da impedire a questo animale di non avviarsi all’estinzione definitiva.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *