Inondazioni e alte maree in aumento sotto l’influsso della Luna, lo studio

Le inondazioni di alta marea, spesso note come “inondazioni fastidiose”, si verificano nelle località costiere quando le maree salgono oltre l’alta marea normale giornaliera di circa 2 piedi (0,6 metri) e iniziano a inondare le strade o filtrare nei tombini. Fedeli al loro soprannome, queste inondazioni sono più un fastidio che un disastro, inondando strade e case, costringendo le aziende a chiudere e traboccando pozzi neri, ma più a lungo persistono, più danni possono causare. Secondo un nuovo studio condotto dalla NASA prevede che le inondazioni fastidiose negli Stati Uniti diventerebbero notevolmente più comuni già nel gli anni 2030, con la maggior parte della costa del paese che rischia di subire da tre a quattro volte più giorni di inondazione di alta marea ogni anno per almeno un decennio.

Lo studio avverte che questi giorni di alluvione extra non saranno distribuiti uniformemente durante l’anno, ma probabilmente si raggrupperanno insieme nel giro di pochi mesi; le aree costiere che attualmente subiscono due o tre inondazioni al mese potrebbero presto affrontarne una dozzina o più.

Questo previsto aumento dei giorni di piena è dovuto a diverse cause. Per cominciare, c’è il problema dell’innalzamento del livello del mare. Mentre l’atmosfera si riscalda a causa del riscaldamento globale, il ghiaccio del ghiacciaio si scioglie a una velocità senza precedenti, rilasciando enormi volumi di acqua di disgelo nell’oceano.

Secondo gli autori, per quanto spaventoso possa sembrare questo schema, è fondamentale comprenderlo ai fini della pianificazione. Sapere che tutte le tue occorrenze sono raggruppate in un determinato mese, o che potresti avere inondazioni più gravi nella seconda metà di un anno rispetto alla prima, è una conoscenza utile