Il fumo da svapo insieme a quello di sigaretta aumenta il rischio di ictus: lo studio

Secondo uno studio gli adulti che fumano e che usano la svapo in concomitanza hanno più probabilità di avere un ictus rispetto a quelli che usano solo uno di questi tipi di prodotto alla nicotina o nessuno.

Indagine ad ampio raggio

I ricercatori hanno esaminato i dati dell’indagine 2016-2017 di oltre 161.000 partecipanti dai 18 ai 44 anni.

Complessivamente, il 4,8% ha dichiarato di fumare sigarette classiche che sigarette elettroniche; un altro 7,8% ha solo fumato sigarette tradizionali e il 2,7% ha solo svapato. Rispetto ai non fumatori, le persone che utilizzano ambedue i tipi di sigarette avevano quasi tre volte più probabilità di avere un ictus.

Ancora più importante, l’analisi ha rivelato che il passaggio dal fumo classico al fumo di sigaretta elettronica non apporta benefici alla dipendenza da nicotina ma addirittura nuoce ancora di più alla salute, inducendo il rischio di ictus. Questo almeno ha affermato l’autore di studio senior Dr. Rupak Desai del Centro medico per i veterani di Atlanta.

Le limitazioni dello studio

Una limitazione dei risultati è che i ricercatori hanno fatto affidamento sui partecipanti al sondaggio per richiamare la nocività di svapo, fumo e rischio di ictus. Mancavano anche dati sul tipo di sigarette elettroniche che le persone usavano, sulla gravità e sulla tempistica degli ictus o su qualsiasi farmaco che le persone prendessero e che potesse influenzare il rischio di ictus.

Anche gli effetti a lungo termine dello svapo sono poco chiari. Infatti lo studio non ha esaminato una fascia d’età di persone più anziane, che comunque maturano molte più probabilità di avere un ictus. Infine, non è ancora il caso di utilizzare questa scoperta come punto di riferimento ai fini della prevenzione da ictus.