I rotiferi possono ghiacciarsi e sopravvivere per migliaia di anni

Secondo una nuova ricerca, i rotiferi Bdelloid, una classe di invertebrati microscopici, possono rimanere congelati per migliaia di anni e sopravvivere.

Lo studio

Recentemente, i ricercatori del Soil Cryology Lab, parte dell’Istituto di problemi fisici e biologici nella scienza del suolo, con sede in Russia, hanno rianimato un rotifero Bdelloid che era stato congelato nel permafrost siberiano per 24.000 anni.

Gli scienziati hanno descritto l’impresa in un nuovo articolo, pubblicato lunedì sulla rivista Current Biology .

Dalla ricerca emerge che gli animali multicellulari potrebbero resistere a decine di migliaia di anni nella criptobiosi, lo stato di metabolismo quasi completamente arrestato.

Cosa sono i rotiferi

I rotiferi sono minuscoli animali simili a vermi che possono estendere e ritrarre i loro corpi, che sono organizzati attorno a un tratto digestivo sferico. A volte sono chiamati animali della ruota, a causa dell’aspetto delle bocche.

Studi precedenti hanno dimostrato che i rotiferi, come i tardigradi , possono sopravvivere a disidratazione e fame prolungate, oltre a persistere in ambienti a basso contenuto di ossigeno.

Il rotifero che gli scienziati hanno riportato in vita nel Laboratorio di criologia del suolo appartiene al genere Adineta . Non molto tempo dopo essere stato scongelato, l’animale iniziò a riprodursi asessualmente attraverso un processo clonale chiamato partenogenesi.

I rotiferi esistono da milioni di anni e si stima che siano alcuni degli animali a riproduzione asessuata più antichi del mondo.

Le ultime scoperte suggeriscono che almeno parte della loro longevità evolutiva può essere spiegata dalla loro abilità nel proteggersi da condizioni estreme. Il punto è che un organismo multicellulare può essere congelato e conservato come tale per migliaia di anni e poi tornare in vita, un sogno di molti scrittori di narrativa.