I residui di arte rupestre cambiano a causa del cambiamento climatico

Secondo un nuovo studio, alcune delle prime opere d’arte rupestre del mondo, incluso il più antico disegno a mano con stencil, stanno degenerando a un “ritmo allarmante” a causa dei cambiamenti climatici .

L’isola di Sulawesi in Indonesia ospita arte rupestre risalente a più di 45.000 anni fa. Le antiche pitture rupestri includono raffigurazioni di animali, figure umane e animali miste, stencil disegnati a mano con pigmenti rossi e di gelso e quella che è forse la prima scena narrativa conosciuta nell’arte preistorica.

Ad esempio, nella grotta Leang Tedongnge nella regione Maros-Pangkep di Sulawesi, i ricercatori hanno trovato arte stencil a mano risalente a 39.900 anni e arte rupestre che mostra un maiale verrucoso di almeno 45.500 anni.

Le pitture rupestri nelle Sulawesi e nel Borneo sono alcune delle prime prove che abbiamo che le persone vivevano su queste isole. Tragicamente, in quasi tutti i nuovi siti che troviamo in questa regione, l’arte rupestre è in uno stadio avanzato di decadenza.

L’elevata umidità o le alte temperature favoriscono la formazione di cristalli di sale. I depositi di sale si espandono e si contraggono mentre l’ambiente circostante si riscalda e si raffredda, causando uno sforzo ripetitivo sulla roccia.

Il cambiamento climatico sta ora “amplificando gli estremi climatici”. Temperature ambiente più elevate e eventi meteorologici estremi più gravi e frequenti stanno accelerando i cambiamenti di temperatura e umidità che inducono formazioni saline, secondo la dichiarazione.