Farmaco per la prostata rallenta lo sviluppo del morbo di Parkinson

Un farmaco usato per trattare l’ingrossamento della prostata può anche essere in grado di rallentare la progressione della malattia di Parkinson.

La scoperta da uno studio recente

La scoperta sorprendente, è il risultato di una collaborazione internazionale che coinvolge ricercatori in Cina e all’Università dell’Iowa. Lo studio combina biologia molecolare di base con big data .

Le medicine attuali possono parzialmente alleviare alcuni dei sintomi della malattia di Parkinson. Ma oggi abbiamo zero trattamenti che cambiano il corso progressivo di questa malattia neurodegenerativa. Questo è uno stato terribile, perché con l’invecchiamento della nostra malattia la malattia di Parkinson diventerà sempre più comune” afferma l’autore senior dello studio Michael Welsh, MD, professore di UI di medicina interna, un investigatore dell’Howard Hughes Medical Institute e direttore del Pappajohn Biomedical Institute presso l’UI.

Poi prosegue dicendo “Sono davvero entusiasta di questa scoperta perché penso che abbia l’opportunità di cambiare la vita delle persone con il morbo di Parkinson (e forse altri tipi di malattie neurodegenerative.)”

Il team di scienziati ha scoperto che l’attività di protezione cellulare era dovuta alla capacità della terazosina di attivare un enzima chiamato PGK1, che è fondamentale per la produzione di energia cellulare.

Un arresto temporaneo della morte delle cellule

La convergenza di queste linee di ricerca ha suggerito che la capacità della terazosina di aumentare la produzione di energia nelle cellule potrebbe aiutare ad alleviare la morte cellulare dovuta dal Parkinson.

Per testare l’idea, i ricercatori hanno trattato vari modelli sperimentali con terazosina. Hanno scoperto che la terazosina potrebbe prevenire la neurodegenerazione se somministrata prima dell’inizio della morte cellulare. Inoltre, il farmaco potrebbe rallentare o arrestare la neurodegenerazione, anche se il trattamento è stato ritardato fino a quando la neurodegenerazione non ha iniziato a svilupparsi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *