Donna vegana cita in giudizio i vicini per l’odore del barbecue

Una donna vegana australiana ha citato in giudizio i suoi vicini per impedire loro di fare il barbecue. Vegan Cilla Carden di Perth, nell’Australia occidentale , sostiene che i suoi vicini hanno violato le leggi sulla casa barbecue, fumando e avendo bambini rumorosi.

La citazione in Tribunale

La donna ha cercato cavilli legali per prevenire i presunti fastidi, ma un tribunale e la più alta corte dello stato hanno respinto le sua affermazioni. Hanno definito i suoi punti di vista irragionevoli e privi di prove.

Ma non si dà per vinta la sig.ra Carden. E si è impegnata a continuare la lotta legale. Ha dichiarato infatti “Sono una brava persona. Voglio solo pace e tranquillità. “

La vegana ha pubblicato un elenco di richieste che includevano suggerimenti comportamentali per una famiglia che vive nella casa accanto. Ha anche affermato che odori di aloni come sigarette e barbecue le hanno causato “un’offesa indebita”.

Tuttavia secondo il giudice “Quello che stanno facendo è vivere nel loro cortile e nella loro casa come famiglia”. Il tribunale ha anche osservato che la stessa famiglia aveva già spostato il barbecue prima dell’udienza nel tentativo di placare la sig.ra Carden.

Il tribunale ha aggiunto: “Non hanno permesso ai bambini di uscire di notte, non hanno usato il patio di notte e non hanno acceso le luci per diversi mesi per paura di rappresaglie da parte del richiedente”.

La sig.ra Carden ha contestato la decisione della Corte suprema dell’Australia occidentale a marzo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *