Dalle ricerche genomiche sono emerse novità sulle popolazioni native americane

Usando l’analisi genomica, gli scienziati hanno tracciato il legame più antico tra le prime popolazioni native americane e la popolazione della regione del Lago Baikal in Siberia.

Un tuffo nel passato

Gli umani moderni hanno popolato le terre che circondano il lago Baikal sin dal Paleolitico superiore. Precedenti studi suggeriscono che il passaggio dal Neolitico all’età del bronzo era caratterizzato da scambi genetici ed eventi di mescolanza. Ma i tempi delle migrazioni umane e delle interazioni culturali che hanno caratterizzato questo luogo e il tempo nella storia umana non sono precisi.

La nuova analisi genomica di antichi resti in Siberia ha offerto agli scienziati nuove intuizioni sui movimenti delle popolazioni umane attraverso l’Eurasia e verso le Americhe alla fine dell’età della pietra.

I ricercatori sono stati in grado di ricucire un genoma del DNA recuperato dal dente dell’individuo di 14.000 anni. Il che ha mostrato antichi legami tra la popolazione della regione del Lago Baikal e le prime popolazioni di nativi americani

I metodi di analisi genomica

Armati del DNA di diversi fossili del Lago Baikal, gli scienziati hanno dispiegato una varietà di sofisticati metodi di analisi genomica per stabilire relazioni tra diverse popolazioni antiche in Eurasia e nelle Americhe.

Per l’analisi del background genetico, hanno prima confrontato i nuovi individui con i dati pubblicati per vedere come erano correlati con popolazioni conosciute. Poi hanno ingrandito le loro differenze con popolazioni strettamente correlate.

Dunque è emersp che l’eredità genetica dei primi nativi americani era già diffusa in tutta la Siberia dalla prima età del bronzo.

Gli scienziati hanno anche esaminato gli antichi genomi siberiani per prove di malattie. I loro sforzi hanno rivelato la presenza di Yersinia pestis, l’agente patogeno che causa la peste, in due individui. L’analisi del DNA ha mostrato che gli individui infetti provengono dal nordest asiatico.