Cosa fare quando il cane diventa obeso

Anche gli animali possono avere preferenze alimentari: quantità maggiori, cibi saporiti e calorici.

Ma proprio come l’essere umano, bisogna fare attenzione anche alla dieta del cane perché non aumenti eccessivamente il suo peso, perché il cane, sopratutto un Labrador, non riesce a controllare l’assunzione di cibo perché viene alimentato da noi e perché la sua ingordigia è una caratteristica naturale della razza.

Anche troppi snack fuori pasto o eccessiva frutta possono aumentare il peso del cane.

Per capire se il cane è in sovrappeso non serve necessariamente un veterinario ma è possibile fare anche da soli.

Se accarezziamo il cane e ci rendiamo conto che non si “sentono” sotto le dita le sue costole, allora questo soggetto ha sicuramente un eccesso di peso.

Controllare il peso del cucciolo in maniera costante, specie se si tratta di razze predisposte a ingrassare, è importante  per poter regolare anche la quantità di cibo da somministrare.

Perché un cane diventa obeso?

Quando il sovrappeso diventa una condizione “normale” si dice che il cane è in sovrappeso.

In genere il responsabile è sempre il cibo unito a una scarsa attività fisica.

Una volta compreso questo, una volta assodato che la cattiva nutrizione ha determinato la situazione di sovrappeso, è ovvio che riguardi o un’assunzione smodata di cibo o una qualità di cibo non adeguato, come spesso accade con i mangimi industriali (crocchette o umidi) sottoposti al processo di estrusione con aggiunta di riempitivi (patate, piselli, barbabietola, mais, farine di carne o pesce che creano irritazioni delle mucose intestinali), additivi chimici, conservanti, aromatizzanti.

Ormai è chiaro da anni che le crocchette, indipendentemente dalla mrca, non sono certo il migliore alimento per un essere vivente che natura ha creato carnivoro: troppi amidi, troppi carboidrati, troppi cereali anche se in etichetta mostrano attraenti etichette GRAIN-FREE (non esistono crocchette senza cereali).

Allora cosa possiamo dare al nostro cane? Sicuramente un’alimentazione a base di carne fresca a crudo (ossa polpose, frattaglie, interiora, muscolo, trippa verde) unita a verdure a foglia verde sono il massimo per la sua salute.

Ogni cane deve muoversi, camminare, giocare per evitare che metta troppi chili.

Ma non sempre è l’alimentazione la fonte del sovrappeso del cane: come per gli esseri umani la secrezione endocrina potrebbe essere una dei responsabili della patologia.

Se il padrone del cane si accorge che, malgrado una buona dieta, l’esercizio fisico, il cane dovesse continuare ad ingrassare, sarà bene che consulti subito un veterinario che predisporrà le adeguate analisi per rilevare il funzionamento corretto o meno della tiroide  o altra  ghiandola.

Le conseguenze dell’obesità nel cane

Un essere umano obeso riscontrerà dolori articolari, patologie come il diabete.

Il cane obeso avrà grosso modo gli stessi problemi dell’essere umano.

Il cane obeso, tenderà a impigrirsi ancora di più, aggiungendo così la sedentarietà al peso eccessivo.

Altre conseguenze sarà un’alitosi  perseverante, una difficoltà di respirazione e disturbi cardiaci, diabete e incontinenza.

Perciò se  l’obesità del cane è accertata è bene correre ai ripari prima che tutto ciò si verifichi.

Alimentazione e movimento in aiuto del cane obeso

Ovviamente il cane obeso non deve essere affamato, ne deve vedersi ridurre in maniera drastica il cibo: il cane obeso è a rischio di effetto yo-yo, perciò rimetterebbe subito i chili persi.

Indubbiamente che ci sono alcune razze più predisposte di altre ad essere obese (Cocker Spaniel, Beagle e Labrador Retriever), tuttavia la dieta di qualsiasi cane deve essere articolata in base anche alla sua taglia.

Una sana alimentazione dovrebbe consistere in somministrazione di carni e con l’abolizione di cereali quali patate, grano, barbabietola usata nelle crocchette come colorante delle feci.

Vanno anche evitati cibi pronti che siano ricchi di insaporitori o riempitivi come il mais e conservanti chimici: tutti ingredienti che non fanno bene alla salute del cane.

In commercio esistono delle valide alternative alle crocchette estruse che si chiamano pressati a freddo

Sono cibi che danno al cane i giusti apporti proteici e energetici senza però un eccesso di calorie.

Ovviamente una buona dieta non può prescindere da un esercizio fisico costante.

Se il cane dovesse essere restio a muoversi, proprio per il suo peso, sarebbe bene che lo si facesse giocare in acqua, dove il peso diventa più leggero e il movimento fluido e meno stancante.

Anche farlo giocare mentre passeggia è un buon espediente per convincere il cane a muoversi.

Per gratificare il cane lo snack ideale sarebbe un piccolo gelato al cocco, oppure parti di carne esiccata come trippa, nervo, trachea, manzo.

Le quantità di cibo da valutare bene

Non sempre è facile proporzionare bene il cibo per il proprio cane, anche perché la voracità dell’animale, spesso inducono in errore.

Quando si decide di passare al pressato a freddo, bisogna far molta attenzione, perché le quantità sono più piccole di altri cibi per cani, ma il valore energetico è lo  stesso.

Si può dire che la giusta quantità di pressato a freddo, in una dieta mista con umido, deve essere la metà di ciò che la confezione suggerisce, più l’1,5% del peso del cane se adulto, 2,5% se è un cucciolo in crescita, 1,25% se il cane è anziano.

Sono piccoli accorgimenti che serviranno a somministrare al vostro cane una alimentazione sana e bilanciata; ovviamente il tutto a seconda della taglia e alle abitudini del cane.

Un cane in sovrappeso non vive bene e non è felice: una giusta alimentazione può senza dubbio migliorare la sua vita ma anche quella del suo padrone.

Fonte: migliore alimentazione per cani

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *