Come realizzare un sito web

Internet è la patria dei siti web aziendali e dalla sua nascita ad oggi il numero di websites presenti online è in continuo aumento. Oltre alla quantità è cresciuta anche la complessità dei siti web: grazie alla tecnologia e ai linguaggi di programmazione oggi disponibili si riescono a realizzare strutture virtuali che fino a diversi anni fa sembravano impensabili.

Laincontri coratoincontri torino done è un’attività che viene portata avanti efficacemente da agenzie web e professionisti, che riescono a offrire ai loro clienti un prodotto indispensabile per la crescita del loro business: un sito ben fatto è infatti fondamentale per essere raggiunti e contattati da un numero sempre maggiore di clienti.

Realizzare un sito non è però un’attività così semplice ed è necessario seguire diversi step per ottenere un prodotto valido e funzionale. Quali?

Acquistare il dominio

L’acquisto del dominio è sicuramente una delle attività primarie da portare a termine quando si vuole pubblicare in rete un nuovo sito web. Il dominio è sostanzialmente l’indirizzo web del sito e proprio per questo va scelto con attenzione, verificandone disponibilità ed efficacia.

Il dominio può coincidere con il nome del brand, ma dev’essere in ogni caso semplice da ricordare e da pronunciare. Ricorrere a domini troppo lunghi e complessi è infatti controproducente per il proprio business, perché un nome difficilmente comprensibile e memorizzabile tende ad essere eliminato dalla mente dei potenziali clienti in pochi istanti.

Per acquistare un dominio basta scegliere uno dei numerosi server providers presenti in Italia e all’estero. Si può scegliere senza alcun problema il più economico, mentre per la selezione del server andrebbero fatte considerazioni più dettagliate.

Acquistare un pacchetto di hosting

Dopo aver acquistato il dominio ed essersi assicurati l’indirizzo web desiderato è il momento di pensare all’hosting. L’hosting è lo spazio o il server dove andrà ospitato il sito web e proprio per questo è necessario scegliere il provider con particolare cura. Per siti che non ricevono molte visite e che non necessitano di performances eccezionali, si può optare per un pacchetto hosting su server condiviso, l’opzione più economica che si può trovare sul mercato.

Chi invece prevede di gestire molti utenti in contemporanea e ricevere parecchio traffico sul proprio sito web, dovrebbe optare sin da subito per un server cloud o VPS. Esistono poi soluzioni dedicate a chi non vuole compromessi in termini di qualità e velocità: in questi casi l’opzione su cui puntare è un server dedicato.

Realizzare il sito web

Per realizzare il sito web si può scegliere di procedere in totale autonomia oppure di affidarsi all’esperienza di un’agenzia web o un web designer. Se il sito che si intende sviluppare viene realizzato in ottica business, è sempre meglio affidarsi all’esperienza dei migliori professionisti del settore, evitando il fai da te.

Per costruire un sito in autonomia servirebbero infatti numerose competenze tecniche, che non è scontato avere e padroneggiare. Le digital agencies hanno invece a disposizione team composti di diverse figure professionali che possono svolgere l’intero processo di sviluppo e design.

Inoltre, le stesse agenzie possono offrire un valido supporto per quanto riguarda le campagne pubblicitarie e il web marketing, attività fondamentale da implementare e vitale per qualsiasi business desideri affermarsi e crescere profittevolmente.

Avere un sito web è ormai fondamentale per chiunque desideri posizionarsi efficacemente nel proprio settore di riferimento. Per una comunicazione ottimale però la realizzazione del proprio website è solo una delle strategie da costruire e coltivare.

Ad esempio, dovrebbero essere sempre valutate azioni di web marketing specifiche, come una strategia SEO efficace per garantirsi un ottimo ranking nelle ricerche organiche degli utenti. Anche la presenza sui social con un profilo business o una pagina aziendale è ormai praticamente imprescindibile. Si tratta di attività che rientrano nelle competenze di un’agenzia di comunicazione e nel bagaglio di skills che i professionisti del digitale mettono a disposizione dei loro clienti.