Cannabis oggi più forte di prima. Lo studio

La cannabis è quasi il 25% più forte di quanto non fosse negli anni ’70, ha scoperto un nuovo studio.

Studio presso l’ Università di Bath

I ricercatori dell’Università di Bath hanno analizzato oltre 80.000 campioni di erba prelevati dalle strade di Regno Unito, Paesi Bassi, Italia, Francia, Stati Uniti, Nuova Zelanda e Danimarca.

E hanno scoperto che i livelli di THC, che è la principale parte psicoattiva della droga, erano aumentati del 14% nella cannabis a base di erbe tra il 1970 e il 2017.

Mentre nella resina si è scoperto che la concentrazione dello psicoattivo era aumentata del 24% durante lo stesso periodo. La resina è spesso vista come il tipo di cannabis “più sicuro”, ma questo studio mostra che è, in effetti, più potente del tipo a base di erbe.

Ma nonostante questi drastici cambiamenti, i ricercatori hanno scoperto che la concentrazione di CBD non era cambiata.

La ricerca ha dimostrato quanto possa essere pericoloso l’uso regolare della droga ricreativa. Con l’aumento della forza della cannabis, è aumentato anche il numero di persone che si sottopongono a cure per problemi legati al consumo di cannabis.

I risultati dello studio

I risultati dello studio, finanziato dalla Society for the Study of Addiction, hanno anche mostrato quanto fosse importante adottare un nuovo approccio alla politica sulle droghe nel Regno Unito.

Poiché la forza della cannabis è aumentata, i consumatori si trovano di fronte a informazioni limitate per aiutarli a monitorare la loro assunzione e guidare le decisioni sui relativi benefici e rischi.

L’introduzione di un sistema di unità standard per la cannabis – simile alle unità alcoliche standard – potrebbe aiutare le persone a limitare il loro consumo e usarlo in modo più sicuro.