Cancro alla prostata: mangiare i funghi può prevenire

Mangiare funghi potrebbe ridurre il rischio di cancro alla prostata. Nello studio, primo nel suo genere, i ricercatori giapponesi hanno trovato un’associazione tra il consumo di funghi e un ridotto rischio di cancro alla prostata. Sebbene la dimensione dell’effetto sia relativamente piccola, i risultati potrebbero ispirare ulteriori indagini.

La ricerca su funghi e tumore

La ricerca suggerisce che mangiare regolarmente funghi può ridurre il rischio di una persona di cancro alla prostata. Il National Cancer Institute prevede che ci saranno 174.650 nuovi casi di cancro alla prostata negli Stati Uniti nel 2019.

Sebbene il trattamento per questo tipo di cancro stia continuamente migliorando, non esiste una cura né un modo per prevenirlo. Ruttavia, l’evidenza suggerisce che mangiare in modo sano potrebbe ridurre il rischio.

Se gli scienziati sono in grado di identificare semplici interventi dietetici in grado di ridurre questo rischio, anche di una piccola quantità, potrebbe fare una differenza sostanziale a livello globale. I ricercatori hanno pubblicato i loro risultati sull’International Journal of Cancer .

Perché i funghi

I funghi sono un alimento relativamente poco costoso e ampiamente consumato in tutto il mondo. Negli ultimi anni, gli studi hanno iniziato a identificare le loro potenziali capacità di combattere le malattie.

Una recensione del 2012 afferma che alcuni composti nei funghi hanno proprietà antitumorali, antinfiammatorie e antidiabetiche, tra gli altri.