Bietole, i benefici per la salute

La bieta, detta anche bietola, è un ortaggio ricco di benefici interessante. Nota anche con il nome di Beta vulgaris, è frequentemente utilizzata in cucina. Non a caso, blogger di successo come Irene Milito la mettono al centro delle loro ricette. Nelle prossime righe, vediamo assieme alcune delle principali proprietà di questa straordinaria verdura.

Bietole: apporto calorico

Quando si parla dell’apporto energetico delle bietole, si inquadrano circa 33 calorie all’etto (parametri relativi a 100 grammi di verdura bollita e priva di sale).

Cosa dire in merito ai nutrienti? Che la bietola è uno straordinario concentrato di benefici. Tra i motivi per cui è preziosa per la salute è il caso di citare l’importante contenuto d’acqua (in un etto di bietola, è possibile trovarne oltre 76 grammi).

Entrando nel vivo dei nutrienti presenti nella bietola, troviamo anche le fibre, circa 1,6 grammi all’etto per la precisione. Degna di nota è anche la presenza di diversi minerali portentosi. Tra questi è possibile citare il potassio, ma anche il ferro, il calcio, il fosforo, il magnesio, lo zinco.

Un doveroso cenno deve essere poi dedicato alla presenza di un’antiossidante speciale come la vitamina C.

Proprietà

La bietola è contraddistinta da proprietà molto importanti per la salute. Tra queste, è possibile citare l’ottimizzazione del senso di sazietà, beneficio per il quale dobbiamo dire grazie alla presenza di fibre. Questi nutrienti incidono sulla salute anche sotto un altro fattore.

La loro assunzione, infatti, favorisce il rallentamento dell’assorbimento di zuccheri e colesterolo alimentare, con ovvi vantaggi per la prevenzione del diabete e delle patologie cardiovascolari. Inoltre, le fibre garantiscono un notevole miglioramento dell’efficienza intestinale.

Come accennato nel paragrafo precedente, la bietola è caratterizzata dalla presenza di diversi antiossidanti. Oltre alla vitamina C, è possibile trovare anche la luteina e la quercetina, nutrienti cruciali quando si parla di controllo dell’azione dei radicali liberi, molecole instabili che, a lungo andare, possono provocare danni seri a livello cellulare, fino ad arrivare ai tumori.

Abbiamo già specificato che la bietola è contraddistinta dalla presenza di minerali come il calcio, alleato della salute delle ossa. Il potassio, invece, aiuta a mantenere la regolarità pressoria, prevenendo uno dei principali fattori di rischio per la salute cardiovascolare.

Come non citare poi il ferro, che sovrintende alla sintesi dei globuli rossi e dell’emoglobina? Un’altra serie di benefici degni di nota riguarda la vitamina K, fondamentale per la buona coagulazione del sangue e per la salute del sistema nervoso.

Come utilizzare le bietole in cucina

La bietola, come già detto, è estremamente versatile in cucina. Tra le tante ricette a cui si può fare riferimento ricordiamo le bietole gratinate. Prepararle è molto semplice. Si parte pulendo accuratamente le bietole e separando le foglie dalle coste. Il passo successivo, prevede il fatto di lessare le foglie per circa 5 minuti in acqua bollente. Nel frattempo, si imburra una teglia e si posizionano le foglie alternandole a uno strato di besciamella, spolverizzandolo con un po’ di parmigiano.

Si va avanti fino all’esaurimento degli ingredienti, guarnendo il tutto con un ulteriore ciuffetto di bietole. Si conclude infornando il tutto a 180°C per 20 minuti, facendo partire il grill alla massima potenza quando ne mancano due alla fine del processo di cottura.

Un’ulteriore alternativa per utilizzare le bietole in cucina prevede il fatto di portarle in tavola cucinate in padella. Anche in questo caso parliamo di una ricetta estremamente semplice. Si inizia scaldando dell’olio in una padella. Il passo successivo prevede il fatto, non appena l’olio risulterà caldo, di inserire le coste delle bietole.

Quando si arriva più o meno a metà del tempo di cottura, si aggiungono pure le foglie, proseguendo fino a quando non è stata raggiunta la consistenza desiderata. Cosa si fa a questo punto? Si aggiungono sale e pepe tenendo conto di quantità a piacere. Chi vuole, può aggiungere anche altre spezie.