Arredo provenzale per il bagno

Arredare il bagno è sempre difficile, specialmente se si è indecisi per quanto riguarda lo stile da adottare: recarsi in uno dei tanti negozi di arredo bagno a Rimini potrebbe essere l’occasione per scoprire il bagno in stile provenzale, ovvero con forti influenze della campagna della Provenza e uno stile rustico rivisitato per donare pace e relax.

Arredo di Provenza per un bagno elegante

La Provenza, con i suoi colori e i suoi profumi, ha influenzato molti designer. E come dar loro torto: l’azzurro del cielo terso, la delicata tinta violacea delle distese di lavanda che si perdono all’orizzonte, la solarità dei girasoli e l’inebriante corposità del vino rosso trasmettono l’idea di fresco, di primavera, di pulito, di elegante.

Tra tutto l’arredo bagno a Rimini, lo stile provenzale è quello più gettonato e ricercato, forse perché è ideale per rigenerare lo spirito tra fiori, mobili decapati, colori pastello e profumo di lavanda. Madre Natura rimane sicuramente un’artista di tutto rispetto e in Provenza è stata particolarmente generosa, donando alla zona clima mite, vicinanza al mare, campi rigogliosi, paesaggi idillici dai colori pastello che sembrano disegnati ad acquerello.

Non c’è da meravigliarsi se gli abitanti di queste regioni ne hanno approfittato e hanno sviluppato nei secoli una sensibilità particolare, delicata, che si ricerca con un gusto particolare con le tinte tenui e con un’armonia particolare.

Lo stile provenzale ha dei punti in comune con lo stile country, visto che entrambi traggono ispirazione dalla vita semplice e dalla spensieratezza in mezzo alla natura, senza dimenticare però l’essenzialità e un’eleganza delicata che si sviluppano da sole, lontane da caos ed eccessi delle città.

L’essenza magica della campagna della Provenza che fa dimenticare il grigiore delle metropoli viene racchiusa e catturata all’interno di tutta la casa. Fil rouge dello stile provenzale è la lavanda, pianta aromatica ricca di proprietà benefiche e anche ingrediente dei migliori cosmetici. Non per niente, essa un tempo era impiegata per l’igiene e la detersione del corpo.

Il color lavanda è il tratto distintivo di questo stile e ispira l’arredare casa con credenze, madie e cassapanche. Oltre al lilla, la base cromatica da cui partire per l’arredo provenzale, ci sono anche le varianti di bianco, écru e avorio, spezzate da piccoli dettagli in blu di Berlino e giallo limone.

Bagno provenzale, caratteristiche e materiali

Per uno stile provenzale di tutto rispetto, il materiale predominante è sicuramente il legno decapato. La parola decapato significa che il legno è trattato con la tecnica del decapé, che rende i mobili invecchiati d’aspetto.

Si rovinano apposta con particolari graffi e segni per dare un aspetto vissuto e invecchiato. La pietra è il secondo materiale più utilizzato nelle case arredate in stile provenzale e viene usata per pavimenti e lavandini in bagno e in cucina.

Il cotto è l’ideale per il pavimento della cucina. Anche il ferro battuto, al naturale o in vernice bianca, è presente in tutte le case della Provenza, specialmente nelle testiere dei letti o nei supporti di tavoli e sedie. Nel caso del bagno, è laccato di bianco e usato per i portasciugamani.

Passiamo ai tessuti: se il legno chiaro è il materiale perfetto, i tessuti in cotone leggero o le tende in lino ricamate con l’antica tecnica del boutis sono gli elementi che identificano una camera da letto o un bagno provenzale.

L’oggettistica è irrinunciabile, fatta tutta di vimini, di ceramiche e di contenitori rustici. Il must have di un bagno provenzale è qualcosa nell’aria, ovvero il profumo di lavanda che aleggia. Le signore della Provenza hanno a disposizione quintali di fiori di lavanda che fanno essiccare al sole durante le belle giornate, mentre stendono le loro lenzuola bianche sul filo del bucato, dondolando dolcemente.

Con gli avanzi delle tende e di tessuti, cuciono e ricamano sacchetti profuma biancheria e profuma ambiente da collocare negli armadi, nei cassetti e nei comodini in camera da letto e in bagno.

Arredare un bagno in stile provenzale

Nel momento in cui si sceglie di arredare la propria casa con questo stile, la scelta dei mobili e dei componenti, pur rispettando i propri gusti, si indirizza verso un gusto soft e delicato, specialmente se si vuole imprimere questo arredo in bagno, un luogo di relax e benessere.

Senza dubbio, il bianco sarà il colore prevalente in questa stanza, ma magari si può spezzare questa monotonia con tinte pastello, molto eleganti e raffinate. Saranno i particolari a fare la differenza definitiva, ovvero quadri e mobili con doppia funzione di arredare e appoggiare indumenti o asciugamani, per una sensazione di piacevolezza, di pulizia e di ordine.

Le forme saranno arrotondate e romantiche e, come tinte chiare, sono consigliate l’azzurro e il rosa. Anche il marmo potrebbe essere una valida alternativa per le rifiniture, basta non esagerare in quanto il risultato finale potrebbe risultare squilibrato.

Un elemento da avere assolutamente per gli amanti del bagno di Provenza è la vasca da bagno non incassata, posta al centro del locale sarà il fulcro su cui ruoterà tutto il resto. Se si preferisce incassare la vasca, meglio integrare il colore e lo stile delle piastrelle. Altra soluzione è la vasca in muratura, ma è la più costosa.

Il vantaggio è che, una volta completata, si avrà un senso di ampiezza alla stanza, mentre la classica finestra laterale strategica per far entrare la luce e l’illuminazione naturale diventerà lo sguardo sul mondo.

L’arredamento di un bagno di stile provenzale necessita di attenzione e di scelte a cui dedicare tempo: il lavabo in ceramica sarà collocato nella parte superiore, mentre al livello inferiore un mobiletto dotato con diversi cassetti risulterà utile a riporre gli accessori necessari.

Dovranno essere pronti e in ordine gli asciugamani di ricambio e i prodotti per la cura del corpo, e per questo è indispensabile un mobile in legno di noce, di rovere, di ciliegio. Completano l’opera dei quadri di piccole dimensioni.

Un dettaglio da non trascurare è quello della biancheria da bagno: scegliere sempre tessuti morbidi e dai toni neutri, mai colori troppo forti o troppo scuri. La raffinatezza sta anche nei dettagli e, se proprio si vogliono rompere gli schemi e usare asciugamani colorati, dovranno essere ricamati con disegni floreali, per donare ulteriore atmosfera calda e accogliente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *