Alghe rosse: possibili soluzioni per le riduzioni di emissione di carbonio

Gli scienziati marini di tutto il mondo stanno cercando un modo per produrre in serie un’oscura alga rosa tropicale che può impedire alle mucche di eruttare così tanto gas.

La loro speranza è di ridurre drasticamente le emissioni globali di gas serra producendo abbastanza alghe di asparagopsis per alimentare 1,5 miliardi di mucche del mondo, che insieme ad altri animali ruminanti sono responsabili del 14,5% delle emissioni annuali di gas serra del mondo, secondo le Nazioni Unite. Il problema è che nessuno sa esattamente come cresce questa alga.

Le difficoltà delle alghe rosse

Non capiamo come si riproduce“, ha detto Julie Qiu, portavoce di Australis Aquaculture , una società del Massachusetts che spera di coltivare commercialmente le alghe. “Questa è una cosa mai stata fatta prima.”

Attualmente, può essere ottenuta solo cercandola nelle aree tropicali, come al largo delle coste dell’Australia. Tale quantità è limitata.

I tentativi degli scienziati

I ricercatori australiani presso la struttura di allevamento ittico dell’azienda in Vietnam sono tra una manciata di scienziati marini specializzati che corrono per capire l’alga delle alghe rosse. Il team spera di coltivarlo in penne oceaniche.

Altrove, i biologi marini dell’Università della California di San Diego stanno cercando di far crescere l’alga nelle piscine al coperto. E i ricercatori dell’Università della Sunshine Coast in Australia hanno annunciato la scorsa settimana che stavano iniziando un progetto per cercare di coltivarlo al largo della costa australiana.

“Se siamo in grado di capire come aumentare le alghe per diventare un livello in grado di nutrire tutte le mucche, le pecore e le capre in tutto il mondo, avrà un impatto enorme sul clima. E alla fine ci farà risparmiare tutti i miliardi di dollari” concludono gli scienziati.